Medjugorje: “Gesù mi ha sorriso e mi ha preso per mano”

MedjugorjeGigliola Candian può raccontare di un’immensa grazia, ricevuta a Medjugorje. Lei vive a Fossò, in provincia di Venezia, ma il 13 Settembre del 2014 si trovava in quel luogo santo, dove era arrivata su una sedia a rotelle.
“In quella data non dovevo neanche esserci perché dei miei amici si sposavano proprio in quel giorno, avevo anche acquistato il vestito”.

Medjugorje: “ho visto il volto di Gesù che mi sorrideva”

Gigliola Candian era affetta da una grave forma di sclerosi multipla atipica, da ben 10 anni, e ormai non riusciva più a muovere le gambe.
“Ero in cappella sulla mia carrozzina, c’erano anche altre persone ed il sacerdote quella sera, fece una messa di guarigione fisica.
Mi invitò a chiudere gli occhi e m’impose le mani, in quel momento sentii un gran caldo alle gambe e vidi una forte luce bianca, all’interno della luce, ho visto il volto di Gesù che mi sorrideva.

Cominciai a dare i primi due passi, sembravo un robot, poi feci altri due passi più decisi e riuscii addirittura a piegare le ginocchia.
Mi sembrava di camminare sulle acque, in quel momento sentii Gesù che mi teneva per mano e cominciai a camminare.
C’erano persone che alla vista di ciò che stava accadendo, piangevano, pregavano e battevano le mani.

Da allora la mia carrozzina è finita in un angolo, la uso soltanto quando faccio dei lunghi viaggi, ma cerco di non usarla più perché adesso le mie gambe, riescono a tenermi in piedi”.
Il miracolo di cui parla Gigliola Candian è attualmente al vaglio degli esperiti, ma, intanto, la sua vita è radicalmente cambiata, dai giorni in cui era ammalata, e lei si sente in dovere di testimoniarlo a tutti.

“Spiritualmente, prego molto di più soprattutto di notte. Mi sento più sensibile a percepire sia il bene che il male ed il male, grazie alla nostra preghiera, riusciamo a sovrastarlo. Il bene vince sempre sul male.
A livello fisico, un grandissimo cambiamento sta nel fatto che non uso più la carrozzina, riesco a camminare ed adesso mi appoggio con un deambulatorio, prima riuscivo a fare soltanto 20 mt, adesso riesco a percorrere anche kilometri senza stancarmi”.

Leggi anche – Medjugorje: abortista operava senza nessuna pietà, poi la conversione

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI