Meditazione al Vangelo del giorno a cura di Don Gaetano

ENERDI’ DELLA SECONDA SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO – Seconda settimana del Salterio

Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, Gesù salì sul monte, chiamò a sé quelli che voleva ed essi andarono da lui. Ne costituì Dodici – che chiamò apostoli – , perché stessero con lui e per mandarli a predicare con il potere di scacciare i demòni. Costituì dunque i Dodici: Simone, al quale impose il nome di Pietro, poi Giacomo, figlio di Zebedèo, e Giovanni fratello di Giacomo, ai quali diede il nome di Boanèrghes, cioè “figli del tuono”; e Andrea, Filippo, Bartolomeo, Matteo, Tommaso, Giacomo, figlio di Alfeo, Taddeo, Simone il Cananeo e Giuda Iscariota, il quale poi lo tradì. ( Mc 3, 13-19 )

Con Gesu’ viene costituita nel suo Sangue la Nuova ed Eterna Alleanza. Un nuovo popolo viene generato dalla dolorosa Passione del Signore. Un popolo che riceve un fondamento solido: sono i Dodici Apostoli dell’Agnello. È Gesù che li sceglie e li chiama perché “stessero con lui e per mandarli a predicare con il potere di scacciare i demoni”. Questi chiamati devono innanzitutto imparare da Gesù la Via nuova dell’Amore condividendo con il Maestro ogni cosa. Soprattutto assimilato la sua Parola sono costituiti per andare nel Nome di Gesù, resi simili a Lui nei sentimenti, nella mentalità e nel comportamento. Sono mandati per predicare il Regno di Dio con la parola e i segni prodigiosi di guarigione e liberazione . Quanta dignità e quanta responsabilità! Il mondo ha bisogno di tanti e santi Apostoli oggi più che mai. Preghiamo il Padrone della messe che mandi operai nella sua messe e le nostre famiglie siano davvero cristiane e sante perché il Signore possa posare il suo sguardo sui figli e sceglierne qualcuno per farne “pescatori di uomini”. Preghiamo inoltre per la santificazione dei sacerdoti che già operano nella vigna del Signore senza giudicare né condannare.

Buona giornata . Vi benedico. Don Gaetano