Marcia per la Vita 2018: Roma è stata inondata da un fiume pro life

Marcia per la Vita 2018: Roma è stata inondata da un fiume pro lifeSabato 19 maggio si è tenuta l’annuale ‘Marcia per la Vita‘ per le vie di Roma. La manifestazione quest’anno ha visto un incremento dei partecipanti e la capitale è stata inondata di cittadini che espongono la propria visione di un mondo privo di aborto. Il corteo è partito alle 15:15 da piazza della Repubblica e passando da via Cavour e dai Fori Imperiali è giunto a piazza Venezia di fronte alla chiesa della Madonna di Loreto dove ha avuto inizio un comizio in cui alcuni partecipanti hanno portato le loro testimonianze sull’aborto ed altri, che dall’interruzione della gravidanza sono stati salvati, sulla qualità della loro vita. Alla manifestazione hanno partecipato 15 sindaci tutti i rappresentanti delle associazioni pro life, il cardinale Leo Burke, monsignor Viganò e monsignor Negri.

Marcia per la Vita: le testimonianze più toccanti

Nel corso del comizio da piazza Venezia una delle testimonianze più toccanti è stata quella di Margherita, una giovane mamma napoletana che è stata convinta ad abortire quando durante la gestazione si è scoperto che la sua terza figlia sarebbe stata affetta dalla sindrome di down. La scelta presa ne ha segnato la vita portandola ad affrontare un lungo percorso di ripresa che, grazie anche al parroco della sua parrocchia, l’ha portata a divenire una strenua sostenitrice della campagna contro l’aborto. A seguire è stata molto bella la testimonianza di Federica, una giovane ragazza down romana che ha raccontato a tutti la felicità che prova quotidianamente, la sua vita è piena di gioia e di affetti e nemmeno un momento ha desiderato che fosse differente.

L’intervento di Vivianne, madre di Vincent Lambert, un quarantunenne tetraplegico che è ricoverato in ospedale e che solo la volontà della madre ha salvaguardato dall’interruzione del supporto vitale, ha portato al ricordo di Alfie Evans, celebrato dai presenti con lancio di palloncini azzurri in cielo. Mai come quest’anno la voce del movimento pro life, insomma, ha riscaldato i cuori della capitale, successo che ha portato i promotori dell’iniziativa a darsi appuntamento per l’anno prossimo il 18 maggio 2019.

Luca Scapatello