Madonna di Zicovice: il regime tenta di soffocare gli evidenti prodigi

La Madonna di Zicovice sconvolse i piani di una terra devastata dal regime ateo e oppressivo. Si tentò in tutti i modi di contrastarla, ma la devozione cresceva. 

Madonna di Zicovice
photo web source

Nel 1948 avvenne un fatto straordinario e prodigioso proprio in una terra e in un periodo storico in cui i cristiani non se la passavano di certo bene, e in cui il regime comunista aveva purtroppo gettato un intero popolo nel buio più totale, quello della violenza, della persecuzione e del materialismo più ateo.

La Madonna nel 1948 apparve a Zicovice, nell’allora Cecoslovacchia

Proprio quando dall’orizzonte il regime aveva tentato di cancellare la presenza di Dio, ecco che questo ritorna più splendente che mai a farsi presente ai suoi figli che lo amano tramite la Madre di Gesù, Maria. La Madonna, infatti, nel 1948 apparve a Zicovice, nell’allora Cecoslovacchia. Il governo comunista fece tutto il possibile per non fare trapelare in alcun modo quell’evento prodigioso.

In Occidente però alcune informazioni, seppure scarse, filtrarono. Si desumeva che la Madonna apparve per ben quattro volte in quell’anno, e più precisamente dal 27 giugno al 27 luglio. Le veggenti destinatarie di questi straordinari prodigi furono quattro: tre ragazzine e alcuni adulti.

La Vergine si presentò come Regina del cielo con un mantello azzurro

La Vergine si presentò come la Regina del cielo, indossando un ampio mantello azzurro e portando in capo una corona. Le veggenti riferirono che ebbero persino la possibilità di toccarla. Maria, dal suo canto, chiese di pregare per la conversione dei peccatori, mostrando allo stesso tempo anche alcune specifiche immagini e visioni del futuro.

Nella prima e nell’ultima di queste apparizioni, si manifestò anche lo straordinario miracolo del sole rotante, molto similmente a quanto accaduto qualche decennio prima a Fatima, o a quanto ad esempio avverrà in diversa modalità anni dopo a Medjugorje. Il sole, si riporta, sembrava cadere sulle teste degli spettatori, per poi ritornare poco dopo nella sua posizione originaria, cambiando peraltro anche colore più volte.

Il paesaggio, insieme al sole, cambiava ancora colore

Anche il paesaggio, insieme al sole, cambiava ancora colore. Il sole, inoltre, roteava vorticosamente su sé stesso. Nonostante i tentativi da parte del governo comunista di attuare una repressione verso questi eventi straordinari e le persone che vi aderivano, migliaia di persone finirono subito per accorrere nei luoghi in cui si erano verificate le apparizioni.

LEGGI ANCHE: Madonna della Quercia di Conflenti: i numerosi miracoli vinsero l’incredulità

Nell’anno seguente, proprio come aveva promesso la Madonna, il giorno dell’Immacolata, l’8 dicembre, migliaia di persone poterono assistere ancora una volta al fenomeno del sole prodigioso. Lo stesso fenomeno si ripeté poi anche l’anno successivo, nella festa della Presentazione di Gesù al Tempio. L’ultima apparizione, infine, ebbe luogo il 31 ottobre 1952, e in questa ultima giornata Maria lasciò una indicazione precisa e molto importante. Quella cioè in cui la Madre di Dio raccomandava, caldamente, la recita del Rosario.

Giovanni Bernardi

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]