Madonna di Romay: la Vergine profetizzò a un uomo la sua morte

La Madonna di Romay salvò l’anima di un operaio al quale una voce, proveniente dalla Chiesa cittadina annunciò la morte. 

Madonna di Romay
Madonna di Romay – photo web source

Nel 1807 accadde infatti che tre operai stavano tornando da Paray-le-Monial, cittadina della Borgogna famosa per ospitare il convento della mistica Santa Margherita Maria Alacoque. Quella sera era già sceso il buio, e nell’oscurità era calata la nebbia che aveva avvolto il cammino in un manto misterioso e incerto.

Tre operai videro una luce insolita e si avvicinarono alla chiesa

Nel momento in cui transitarono di fronte alla vicina località di Romay, i tre uomini videro una luce particolarmente inusuale che filtrava dalle finestre della chiesa locale, dedicata alla Vergine. Presi dalla curiosità, si avvicinarono allo strano fascio luminoso. A quell’ora, infatti, la chiesa era chiusa, e di conseguenza deserta.

Madonna di Romay – photo web source

Una volta avvicinati videro che la luce proveniva da un punto particolare del tempio. Si trattava della “Cappella al Respiro“, chiamata in questo modo perché nei secoli era nata l’abitudine di portare in questo luogo ogni bambino che nasceva morto. La Vergine, in questo luogo, concedeva al piccolo, si diceva, tanto respiro quanto ne bastasse per essere battezzato.

La voce avvisava l’uomo della sua morte imminente. Questi si confessò

In quel preciso istante, insieme alla luce i tre uomini udirono una voce molto forte. Questa si rivolgeva in particolare a uno di loro, Francois Lecué. Il messaggio che gli era stato annunciato, tramite quella voce, lo avvisava che l’indomani sarebbe morto.

Madonna di Romay – photo web source

Preso dal panico, la mattina seguente l’uomo andò a confessarsi e portare a guarigione la sua anima, riconciliandosi pienamente con il Padre in seguito a quel duro annuncio. Che, di fatto, andò a compimento. Lo stesso giorno seguente, all’ora che gli era stata predetta, l’uomo morì. Riuscendo però a salvare la sua anima grazie al sacramento della Riconciliazione.

La cappella della Madonna di Romay oggi molto visitata

Oggi in quello stesso luogo, lontano dalla città, si trova ancora la cappella Romay, in cui i pellegrini si recano per vivere momenti di silenzio e di intensa preghiera. La cappella è infatti molto antica, nonostante la sua facciata fu modificata nel diciannovesimo secolo.

cappella della Madonna di Romay
photo web source

La navata fu costruita intorno all’undicesimo secolo, e la statua della Vergine Maria che porta in braccio il Bambino Gesù, nei colori rosso e verde, risale a quello stesso periodo. Vicino a quella cappella di trova inoltra una fontana nota per essere miracolosa per le malattie degli occhi.

La Madonna di Romay accoglie i pellegrini e dona loro grandi grazie

La tradizione, mai smentita, vuole che i monaci di Cluny aprirono, intorno a Romay, delle cave da cui estrarre le pietre necessarie alla costruzione del loro monastero e della loro monastica. Si dice che questi monaci, per il loro lavoro e per la santificazione dei lavoratori che vi presero parte, eressero un oratorio a Romay.

Madonna di Romay
Madonna di Romay – photo web source

Di quel periodo, nella cappella, rimane solo la navata dove si trova la finestra murata in stile romanico. In seguito all’evento prodigioso che accadde all’uomo nel 1807, il santuario divenne sempre più noto e importante, come anche la devozione verso la statua della Madonna accolta all’interno. Tanto che Papa Leone XIII la incoronò il 17 luglio 1896 su richiesta del vescovo di Autun, mons. Perraud.

Giovanni Bernardi

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]