Ma che fine ha fatto la stangata su Medjugorje. Papa Francesco doveva stroncare le apparizioni in terra Bosniaca

MariaeilPapa-580x333

Ecco alcuni titoli di articoli su Medjugorje che preventivavano, la fine del grande inganno. Sembrava che papa Francesco non avesse altro a cui pensare che stroncare in maniera definitiva le presunte apparizioni di Medjugorje . Che fine hanno fatto i corvi gli uccelli di sventura che si auguravano la fine del fenomeno Medjugorje.

Ecco alcuni titoli che preannunziavano la fine del fenomeno Medjugorje.

La veggente Mirjana, ogni 2 del mese, sostiene di vedere la Madonna alla Croce Blu. Ma dopo le parole di Papa Francesco, a ottobre è cambiato tutto.

La Madonna di Medjugorje non appare più in pubblico. La veggente Mirijana Dragicevic non si recherà più alla celeberrima Croce Blu dove, come accade da anni ogni 2 di ogni mese, sostiene di vedere la madre di Gesù, attorniata da centinaia, se non migliaia, di pellegrini. Una notizia che fa scalpore, tanto più dopo la “reprimenda” di papa Francesco sui veggenti 

Papa Francesco e Medjugorje: “Dove sono questi veggenti?”

BASTA APPARIZIONI – Ogni 2 del mese, da anni, Mirjana ha un’apparizione straordinaria, in cui la Madonna le comunica anche un messaggio. Da sempre, alla Croce Blu, si radunano migliaia di pellegrini di ogni nazionalità. Per stare con Mirjana ai piedi del Podbrdo, il colle dove è apparsa la prima volta il 24 giugno 1981 quella che si è definita la Regina della pace. Ebbene, domani 2 ottobre 2015, molto probabilmente Mirjana non adrà alla Croce Blu.

A tutti ricordiamo le parole degli atti degli apostoli pronunciate dal saggio Gamaliele:

L’intervento di Gamaliele

34Si alzò allora nel sinedrio un fariseo, di nome Gamaliele, dottore della legge, stimato presso tutto il popolo. Dato ordine di far uscire per un momento gli accusati,35disse: «Uomini di Israele, badate bene a ciò che state per fare contro questi uomini. 36Qualche tempo fa venne Tèuda, dicendo di essere qualcuno, e a lui si aggregarono circa quattrocento uomini. Ma fu ucciso, e quanti s’erano lasciati persuadere da lui si dispersero e finirono nel nulla.37Dopo di lui sorse Giuda il Galileo, al tempo del censimento, e indusse molta gente a seguirlo, ma anch’egli perì e quanti s’erano lasciati persuadere da lui furono dispersi.38Per quanto riguarda il caso presente, ecco ciò che vi dico: Non occupatevi di questi uomini e lasciateli andare. Se infatti questa teoria o questa attività è di origine umana, verrà distrutta; 39ma se essa viene da Dio, non riuscirete a sconfiggerli; non vi accada di trovarvi a combattere contro Dio!».

Siamo arrivati a febbraio e ancora non si hanno notizie sulla presunta stangata che da settembre scorso stiamo attendendo su Medjugorje , si sono riempiti giornali, siti internet, pagine fb, sulla imminente fine delle apparizioni Mariane più chiacchierate della storia della Chiesa. Ma ancora non c’è stato alcun pronunciamento, molti non comprendono il silenzio di  Papa Francesco e addirittura lo accusano di immobilismo. Che fine hanno fatto tutti i denigratori quelli che annunciano a colpi di grancassa la fine imminente del più grande imbroglio perpetrato ai danni fedeli che si recano in pellegrinaggio nel piccolo villaggio Bosniaco. Che fine hanno fatto quelli che senza sapere nulla di quello che era stato deciso, hanno anticipato le dichiarazioni di Papa Francesco anticipandone il giudizio, per lo più annunciando sanzioni e restringimenti soprattutto ai danni dei presunti veggenti. Perchè nessuno ne parla più, è facile cavalcare l’onda mediatica e infangare, per poi defilarsi e facendo finta di niente, è facile tirare il sasso e poi nascondere la mano . Quello che è sicuro che la Chiesa non intende disperdere un patrimonio di fede fatto di preghiere , di sacramenti, di vera devozione e non idolatria come qualcuno vuole far intendere. La cosa che è sicura e che è facilmente riscontrabile, che i nostri confessionali nonostante l’anno della Misericordia siano vuoti, ed invece a Medjugorje le file davanti ai confessionali  siano sempre più lunghe, non a caso è chiamato il confessionale del Mondo. Ricordiamoci  l’albero si riconosce sempre  dai frutti questo è il metro evangelico per misurare la veridicità degli avvenimenti, e i frutti spirituali di Medjugorje sono innegabili.