Lourdes: bloccati i treni Unitalsi al confine, un’idea di Macron?

Treno Unitalsi in partenza

Il tradizionale viaggio in treno di Pasquetta con il quale l’Unitalsi trasporta i fedeli ammalati a Lourdes per chiedere la benedizione è stato ostacolato quest’anno dalle ferrovie francesi. A decidere il blocco del treno pare sia stato direttamente l’Eliseo con approvazione del neo presidente Macron, il motivo? Ufficialmente perché i treni ad alta velocità avevano la precedenza e quello dell’Unitalsi che già da anni accetta numerose fermate per favorire il passaggio delle vetture di linea tradizionali, era un ingombro troppo oneroso da sopportare dato che a partire dal giorno dopo ci sarebbe stata una due giorni di scioperi.

Il tentativo di evitare lo sciopero ed il blocco alla frontiera

Il Giovedì Santo è giunta ai dirigenti di Unitalsi Verona un comunicato delle ferrovie francesi che informava dell’annullamento del viaggio previsto nel giorno di Pasquetta. I biglietti per il treno erano stati presi mesi prima, ma le esigenze dei lavoratori venivano prima, dunque nulla di fatto. Il pellegrinaggio a Lourdes per Pasquetta, però, è una tradizione secolare ormai e gli organizzatori hanno deciso di proporre agli ammalati di anticipare la partenza al giorno prima per evitare lo sciopero.

Al netto di qualche defezione l’organizzazione ha avuto successo e si pensava che i problemi fossero risolti, questo almeno fino al raggiungimento di Ventimiglia dove i responsabili delle ferrovie francesi hanno informato i pellegrini che il loro viaggio finiva lì, obbligandoli a trasferirsi su dei pullman per raggiungere l’agognata grotta di Lourdes. A fine viaggio il presidente di Unitalsi Verona, Raffaello Ferrari, ha dichiarato con soddisfazione: “Ce l’abbiamo fatta, malgrado le molte difficoltà. C’ è stata un po’ di preoccupazione, ma poi tutto si è risolto”.

Gli ostacoli posti dalle ferrovie francesi, però, hanno lasciato il segno spingendo l’organizzazione a pensare a mezzi di trasporto alternativi per i prossimi pellegrinaggi. Che il nuovo governo Macron sia riuscito a spezzare una tradizione secolare? Va bene lo sciopero, ma che fastidio dava il treno dell’Unitalsi che per altro si ferma per far passare quelli veloci? Possibile che un gruppo di malati che si vuole fare benedire sia un fastidio tanto grosso?

Luca Scapatello