Larissa Viana, la cantante cattolica che ha stregato ‘The Voice’

Larissa Viana si è presentata al grande pubblico partecipando alle Blind Audition di ‘The Voice’ in Brasile, dove ha cantato una versione di ‘Man in the Mirror’ di Michael Jackson da brividi. Alcuni giovani cattolici l’avevano però già incontrata alla Giornata della Gioventù di Rio de Janeiro tenutasi nel 2013, nel corso della quale aveva cantato per il papa durante la Messa d’apertura.

Nata a Petròpolis, cittadina nei pressi della ben più nota Rio de Janeiro, Larissa ha sempre avuto la passione per il canto ed un talento fuori dalla norma. La sua voce vibrante ed intensa si adatta sia alla bossa nova (genere tipicamente brasiliano) sia alla musica pop americana (come dimostrato dalla performance a The Voice, ma anche da diversi video di cover che potete trovare su Youtube). Crescendo ha coniugato la passione per il canto alla sua fede in Dio (da sempre frequenta la chiesa cattolica) diventando cantante missionaria oltre che cantante di musica tradizionale brasiliana. Adesso studia canto lirico all’Università Federale di Rio e coltiva il sogno di vincere l’edizione annuale del talent musicale.

Larissa Viana strabilia i giudici di The Voice: “Sono cantante e missionaria”

Salita sul palco dopo aver fatto un segno della croce, Larissa ha cominciato a cantare ‘Man in the Mirror’ lasciando letteralmente di stucco i giudici che si sono girati tutti e 4 contemporaneamente per accaparrarsi il suo talento in squadra. A questo punto i giudici le hanno chiesto di parlare di se e del suo percorso musicale e quando Larissa ha detto con orgoglio “Sono Cattolica” i giudici hanno dato il via ad una divertente scenetta in cui mostravano le immagini sacre o i rosari che portavano indosso per convincerla a scegliere la squadra di uno piuttosto che quella di un altro. Lei ha ringraziato tutti per l’interessamento ma poi ha scelto Lulu Santos, il quale le ha detto con sicurezza: “Dai, vinciamo?”.


Luca Scapatello