La Statua di Pare Pio apre gli occhi e lei guarisce

 

14556055_10202021902344933_1107461278_n

Le testimonianze dei miracoli di Padre Pio (ormai San Pio) in vita sono numerose, questo ha portato un numero sconfinato di fedeli a recarsi in pellegrinaggio per pregare sulle sue reliquie. In alcuni casi i fedeli più degni non hanno nemmeno bisogno di recarsi in pellegrinaggio per ricevere il miracolo per intercessione del Santo di Petralcina.

 

E’ stato questo il caso di Anna Maria Sartini, una donna di 67 anni nata a Pesaro che per decenni è stata afflitta dalla Sindrome di Sjogren: un virus autoimmune di tipo infiammatorio che colpisce le ghiandole salivari ed i condotti lacrimali e che causa forti dolori ad articolazioni ed arti. La sua storia, raccontata recentemente ad un quotidiano locale, ha dell’incredibile. Tutto comincia un giorno in cui, nella Chiesa del Porto, si celebrava la Messa del malato, la signora Sartini, assecondando la sua grande fede, si reca nella Chiesa e mentre cammina per la navata passa accanto ad una signora che la inebria con un intenso profumo di fiori (la signora ha dichiarato successivamente di non fare uso di profumi di alcun tipo) che secondo i fedeli rappresenta la presenza di Padre Pio.

 

Anna Maria, seppur distratta da quella piacevole sensazione olfattiva, riprende a camminare fino a giungere in prossimità della statua di Padre Pio, a questo punto si inginocchia e comincia a pregare per ottenere una grazia, poi alza momentaneamente lo sguardo ed ha l’impressione di vedere gli occhi della Statua che sbattono. Il giorno dopo la donna ritrova la salivazione e la lacrimazione che le mancavano da tempo senza l’aiuto di medicinali , ed adesso, a distanza di dieci anni da quell’evento, la Signora Sartini è in perfetta salute.