La preghiera di Liberazione, se fatta con fede libera eccome

catenadel_male

Una domanda che molte volte si forma nella mente dei credenti riguarda gli strumenti attraverso cui è possibile liberasi dal male e di conseguenza se una preghiera di liberazione può avere efficacia  anche se effettuata da laici invece che da un prete esorcista.

 

Il primo punto da chiarire è che la preghiera di liberazione può essere effettuata da chiunque in qualsiasi momento. Non si tratta di un esorcismo, visto che l’esorcismo è un sacramentale ed in quanto tale coinvolge l’intera chiesa (l’esorcista viene è un prete che viene nominato dal vescovo), ma la sua efficacia può essere in alcuni casi pari o superiore a quella di un esorcismo. Per dimostrare questo fatto basta citare le parole di Gesù nella Bibbia quando dice: “Questi poi sono i segni che accompagneranno i credenti: nel mio nome scacceranno i demòni, parleranno lingue nuove, prenderanno in mano i serpenti e, se avranno bevuto qualcosa di mortifero, non nuocerà loro, imporranno le mani agli infermi e questi saranno risanati”.

 

Detto questo bisogna fare maggiore chiarezza sulla differenza che esiste tra un esorcismo ed una preghiera di liberazione: il primo è una preghiera solenne e pubblica che viene effettuata con l’autorità della Chiesa, mentre la seconda è una preghiera privata che non necessità dell’autorità della Chiesa e che consiste in una richiesta a Dio di liberazione. Se permangono dubbi sulla possibilità di effettuare questa preghiera in maniera privata vi invitiamo a leggere le parole che Gesù rivolge a Giovanni quando questo gli dice che, insieme agli altri apostoli, avevano impedito ad un uomo di cacciare i demoni in suo nome: “Non glielo proibite, poiché non c’è nessuno che operi un miracolo nel mio nome, il quale possa subito dopo parlare male di me. Infatti chi non è contro di noi è per noi”.

 

D’altronde la lotta dei fedeli contro il maligno è qualcosa che viene fatta quotidianamente, durante le preghiere private, ed ogni domenica in Chiesa, basta pensare al “Padre Nostro” e a quella frase: “E non ci indurre in tentazioni ma liberaci dal Male”, il male di cui si parla non è un male generico ma è riferito proprio al maligno (viene dalla parola greca poneròs). Questo vi dimostra che il Padre Eterno è sempre al nostro fianco e che l’efficacia del suo aiuto è condizionata dalla forza della nostra fede.

 

La fede appunto, questa è lo strumento che da efficacia alla preghiera di liberazione, a confermarlo è stato Padre Amorth, sacerdote esorcista da poco scomparso e unitosi al regno dei cieli: “Un esorcista che amministra un esorcismo, ha un’efficacia maggiore, di per sé, perché compie un sacramentale, fa quindi una preghiera pubblica, che coinvolge l’intercessione della Chiesa. Ma stiamo bene attenti: il Signore tiene molto conto della fede. Per cui è possibile che la semplice preghiera del laico, benché preghiera privata, abbia più efficacia delle altre”.