La potenza del nome di Maria fa tremare il demonio negli esorcismi

p1120402-copia

 

Il catechismo ci insegna che Gesù figlio di Dio, una volta partorito da Maria è diventato anche figlio suo. Allo stesso modo noi grazie all’intercessione di Gesù siamo diventati figli di Dio e  di conseguenza figli della Madonna. Quello che forse non sappiamo è che Dio ha conferito alla Madonna uno speciale potere contro l’influsso del maligno che lei, in quanto nostra madre, utilizza per liberarci dalla sua egida.

 

Un importante testimonianza di questo potere contro il maligno l’ha offerta Padre Francesco Bamonte, esorcista della Diocesi di Roma e Presidente dell’associazione internazionale esorcisti, nel suo libro “La Vergine Maria ed il Diavolo negli esorcismi”: in queste pagine è possibile vedere come la Madonna sia sempre presente durante gli esorcismi e come la Grazia Divina le permetta di trionfare sempre contro il padre dei vizi, di schiacciare la testa di Satana come raccontato nella genesi.

 

La settimana scorsa vi ricordavamo le parole di San Giovanni Paolo II in merito alla forza del rosario ed all’importanza di mostrare devozione alla Vergine Maria, di come essa ci aspettasse con pazienza per allontanarci dal male e guidarci verso Dio. Lo stesso Giovanni Paolo, commentando il passo della genesi di cui sopra, diceva: “Maria, Madre del Verbo incarnato, viene collocata al centro stesso di quella inimicizia, di quella lotta che accompagna la storia dell’umanità sulla terra e la storia stessa della salvezza. Di questa storia Maria rimane un segno di sicura speranza”.

 

La supremazia della Madonna è riconosciuta con vergogna dallo stesso Satana che nei secoli si è dovuto piegare molteplici volte alla sua Grazia. In questo risiede un grande messaggio divino, chiunque può vincerlo seguendo gli insegnamenti ed il volere di Dio: egli infatti ha scelto ciò che nel mondo è più umile, piccolo e debole per permettergli di fare cose portentose. Riconosciuto il potere salvifico di Maria è bene che ogni fedele si rimetta a lei per chiedere l’allontanamento dal demonio, essa infatti ci attende con materno amore.

 

Significativa, in questo senso, la testimonianza, riportata su ‘PapaBoys 3.0’, di una donna che dopo due anni di esorcismi (condotti da Padre Bamonte) è riuscita a liberarsi dell’ingombrante presenza del demonio grazie all’ausilio della Beata Vergine:

 

“Il mostro si agitava scompostamente, aveva perso tutta la sua abituale arroganza, sembrava disperato. Tentava di mordere le mani che lo tenevano, di gettare via il crocifisso che mi era stato appoggiato sul petto e, con mio grande dolore, di sputarci sopra. A un tratto mi sentii inondare da una luce bianchissima, avvolgente, che a me donava una sensazione di pace dolcissima, mentre al mostro provocava dolori atroci, per cui io percepivo una sensazione di soffocamento e di liberazione allo stesso tempo. Quella gran luce sembrava scendere come una specie di velo, che stava avvolgendo tutti coloro che erano in quella sala, compresa me, e trafiggeva come mille spade gli occhi del mostro, che urlava dimenandosi e dicendo che il manto di Quella (evidentemente si riferiva al manto della Madonna) stava avvolgendo tutti noi che eravamo presenti, e questo gli provocava una terribile sofferenza, che lo faceva contorcere in un modo indescrivibile. Alla fine lanciò un urlo mai sentito prima e io mi sentii stravolgere, come se mi avessero rivoltata completamente da dentro a fuori. Poi ci fu improvvisamente calma e silenzio e io aprii gli occhi, svegliandomi da sola dalla trance, ritrovandomi a pregare istintivamente l’Ave Maria che stavano pregando tutti coloro che erano intorno a me”.

 

Padre Bamonte aggiunge alla testimonianza dell’indemoniata la sua esperienza: egli, durante questo intervento Divino della Madonna, sentiva il demone che con voce infernale gli urlava di mandarla via, egli sorpreso gli chiese chi dovesse cacciare e questo rispose: “Lei è qui, sempre Lei, la regina del mio dolore! Lei mi annienta in continuazione, non fa altro che pregare suo figlio per voi e viene sempre esaudita”.

 

Il demonio si attaccava tenacemente al corpo della donna posseduta soffrendo terribilmente per quella luce così intensa ed avvolgente che la Santissima Vergine gli mandava contro. Così, dopo altre urla e dieci minuti di convulsioni, il maligno si è arreso e lasciato libera quella donna dai patimenti che era stata costretta a subire per oltre due anni.