La mistica Teresa Musco profetizzò un castigo per tutta la terra

Ciò che è accaduto in Israele fa riaffiorare le parole della donna che aveva il dono particolare da Dio, di predire eventi futuri.

teresa musco
la mistica Teresa Musco

Una guerra continua, intervallata solo da brevi momenti di tregua, come lo è stato il lockdown per la pandemia lo scorso anno. E se qualcuno avesse predetto e previsto la situazione in quel martoriato territorio, some segno per l’umanità?

La profezia di una guerra in Terra Santa?

Sta per iniziare una nuova guerra nella terra dove è nato il Salvatore, cioè il Mio amatissimo Figlio e non si fermerà. Sembra che fanno la pace ma non è vero, perchè da lì nascerà la grande guerra, da lì viene il grande castigo dal cielo e dalla terra”. Sono frasi che, al solo leggerle, fanno tremare le vene ai polsi ma, allo stesso tempo, fanno riflettere.

A scriverle nel suo diario, dove racconta la sua esperienza mistica è Teresa Musco, e a riportarle è il giornalista David Murgia. Una donna semplice che offre le sue sofferenze a Dio e che Dio stesso ha ricambiato donandole segni e prodigi perché potesse manifestare ancora di più la sua piena e concreta unione a Dio.

Chi era Teresa Musco

Teresa nasce in provincia di Caserta nel 1943, ma dal 1951 iniziamo le sue sofferenze a causa di una strana malattia che la costringe a letto. Una sofferenza ma anche un martirio: il suo corpo, periodicamente, è ricoperto di suppurazioni che, di volta in volta, Teresa è costretta a farsi curare da un chirurgo attraverso dei tagli.

Un dolore che lei stessa ha offerto al Signore per la conversione dei peccatori. Il suo partecipare alla Messa, il suo pregare ed offrire a Cristo ogni giorno l’accettazione della dolorosa sofferenza, la portarono, nella notte tra il giovedì e il venerdì santo del 1969, le Stimmate che divennero visibili.

La frase scritta nel 1973

Teresa racconta tutte le sue esperienze mistiche in un diario di più di 2600 pagine e, nel 1973, raccontava che, in Terra Santa, stava per protrarsi una nuova guerra.

Una guerra che, la storia ci insegna, va avanti dal 1948 e che ha visto momenti di alta tensione nel corso degli anni. In particolare, nel 1973 (lo stesso anno nel quale Teresa scriveva quella frase) con la Guerra del Kippur, un conflitto armato combattuto dal 6 al 25 ottobre 1973 tra una coalizione araba, composta principalmente da Egitto e Siria, e Israele, sempre per il controllo del territorio della Terra Santa.

Una guerra che, come dicevamo, continua a combattersi, a fasi alterne. Che Teresa avesse predetto quello che stiamo attualmente vivendo?

LEGGI ANCHE: Teresa Musco, la Madonna mi disse: “Offri la tua sofferenza per i peccatori”

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it