Teresa Musco, la Madonna mi disse: “Offri la tua sofferenza per i peccatori”

Chi era Teresa Musco?

Nata a Caiazzo, in provincia di Caserta, Teresa Musco (1943-1976) crebbe in una famiglia poverissima e molto numerosa.

Teresa Musco

Sin da piccolissima, cominciò ad occuparsi delle faccende di casa, mentre iniziava un dialogo con Maria e con gli Angeli.
Vide l’Arcangelo Gabriele il 28 febbraio del 1931, quando era ancora una bambina: “Teresa, ecco quello che ti invia Gesù, egli vuole che tu sia in pace. Gesù è stanco di tanti peccati, si cerca delle anime che si sacrifichino per i peccatori e per le anime del Purgatorio. Tu soffrirai molto, ma non temere nulla, perché la Mamma del cielo è con te, ella non ti lascerà mai sola. Sarà sempre vicino a te per guidarti e seguirti, ella ti incoraggerà nei momenti più difficili”.

Teresa Musco: Maria era sempre accanto a me

Ecco come lei stessa ricordò quei momenti della sua infanzia: “Posso dire che, dall’età di sei anni, sono stata circondata da particolare predilezione della Mamma celeste. Difatti, era con me quando rassettavo, quando pregavo e anche quando giocavo. Mi sentivo chiamare per trattenermi con lei. Quando ero malata, me la sentivo sempre vicino e per me era un conforto e una protezione. L’unica cosa che mi ripeteva sempre era: “Offri la tua sofferenza per i peccatori””.

Questo Teresa Musco lo fece per tutto il corso della sua breve vita, cercando di portare sollievo alle sofferenze di Cristo e di riparare agli oltraggi perpetrati contro il suo amore, con la propria devozione.
Un giorno, vide anche Gesù. Era molto sofferente: “Mi trovavo sola in casa, Gesù con una grande croce sulla spalla e lamentandosi mi mostra le sue spalle tutte flagellate e tutte le ferite aperte. Io con un fazzolettino asciugai il sangue che scendeva dal viso e dalle ferite …”. Teresa Musco è morta a soli 33 anni, nel 1976, ed aveva già la fama di essere una Santa.

Leggi anche – Teresa Neumann: l’unica donna temuta da Hitler

Antonella Sanicanti

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]