La meditazione del giorno a cura di Don Gaetano

MERCOLEDI” DELLA XXXI SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO – terza settimana del Salterio

Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, una folla numerosa andava con Gesù. Egli si voltò e disse loro:
«Se uno viene a me e non mi ama più di quanto ami suo padre, la madre, la moglie, i figli, i fratelli, le sorelle e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo. Colui che non porta la propria croce e non viene dietro a me, non può essere mio discepolo.
Chi di voi, volendo costruire una torre, non siede prima a calcolare la spesa e a vedere se ha i mezzi per portarla a termine? Per evitare che, se getta le fondamenta e non è in grado di finire il lavoro, tutti coloro che vedono comincino a deriderlo, dicendo: “Costui ha iniziato a costruire, ma non è stato capace di finire il lavoro”.
Oppure quale re, partendo in guerra contro un altro re, non siede prima a esaminare se può affrontare con diecimila uomini chi gli viene incontro con ventimila? Se no, mentre l’altro è ancora lontano, gli manda dei messaggeri per chiedere pace.
Così chiunque di voi non rinuncia a tutti i suoi averi, non può essere mio discepolo».
( Lc 14, 25-33 )

Quando ci avviciniamo a Gesù possiamo restare ancora distanti da Lui se ci spinge solo la curiosità o anche il momentaneo bisogno per la nostra vita terrena . Ma se vogliamo entrare nella cerchia dei suoi discepoli bisogna innanzitutto avere per Lui un amore che superi tutti gli altri perché solo Lui merita tutto il nostro amore e per sempre. Questo amore esclusivo si raggiunge se si accetta di morire a sé stessi per portare la nostra croce dietro a Gesù, rinunciando per suo amore a tutti i beni che ci legano a questa terra. Perciò bisogna pregate molto e meditare l’importanza delle condizioni per la sequela prima di decidersi per sempre per Gesù . Se questo vale per tutte le vocazioni di speciale consacrazione ( sacerdoti e religiosi ), tuttavia ogni cristiano, nel suo stato di vita, deve dare a Gesù il meglio di se’ per realizzare il progetto di santità che é la vocazione comune di tutti i credenti. Ci aiuti in questo discernimento e nella risposta generosa da dare, la Vergine Maria, la prima e la piu perfetta discepola del Cristo.

Buona giornata. Vi benedico. Don Gaetano