La Meditazione del giorno a cura di Don Gaetano

*VENERDI’ DELLA XV SETTIMANA DEL TEMPO ORDINARIO*

 In quel tempo Gesù passò, in giorno di sabato, fra campi di grano e i suoi discepoli ebbero fame e cominciarono a cogliere delle spighe e a mangiarle. Vedendo ciò, i farisei gli dissero: «Ecco, i tuoi discepoli stanno facendo quello che non è lecito fare di sabato». Ma egli rispose loro: «Non avete letto quello che fece Davide, quando lui e i suoi compagni ebbero fame? Egli entrò nella casa di Dio e mangiarono i pani dell’offerta, che né a lui né ai suoi compagni era lecito mangiare, ma ai soli sacerdoti. O non avete letto nella Legge che nei giorni di sabato i sacerdoti nel tempio violano il sabato e tuttavia sono senza colpa? Ora io vi dico che qui vi è uno più grande del tempio. Se aveste compreso che cosa significhi: “Misericordia io voglio e non sacrifici”, non avreste condannato persone senza colpa. Perché il Figlio dell’uomo è signore del sabato». ( Mt 12, 1-8 ) 

Con la venuta di Gesù ha avuto inizio il tempo della misericordia e tutta la Legge è stata ridonata alla luce della misericordia. Tutta la Legge e i Profeti si compiono nel Cristo Signore. Quello che deve regolare il nostro rapporto col Signore non è più la fredda osservanza ma la amorosa obbedienza. E se è l’amore a guidare la mia vita di redento allora tutto io farò tutto nella perfezione dello spirito dei figli.  Ci guidi in questo cammino la meditazione assidua della Croce del Signore dove Lui ci insegna l’arte del vero amore. *Buona giornata.* Vi benedico. Don Gaetano