La Madonna modello anche della donna moderna

 

 

Mai come oggi è d’uopo ricondurre le donne ad un modello di comportamento più simile a quello della Madonna. Lei che è da sempre il simbolo della vittoria del bene sul male, la donna, annunciata da Dio al demonio durante la cacciata di Adamo ed Eva dall’ Eden, che avrebbe calpestato la testa del serpente.

 

Sicuramente la Madonna è il modello da seguire per la donna consacrata, la suora come Maria Vergine dona la sua vita allo Spirito Santo e a Gesù che elegge come unico “Uomo” della sua vita, uno sposo perfetto, onnipotente e infallibile. Data la vocazione della Suora questa tende ad essere madre di molteplici figli e come Essa li deve guidare in un percorso di luce che conduce la loro esistenza a Dio.

 

Ma la Madre celeste è modello da seguire anche per la donna che vuole contrarre matrimonio con un uomo mortale ed insieme a lui percorrere il destino che li conduce al paradiso come gli angeli. La donna che non sente la vocazione, in quanto madre, deve condurre, sull’esempio della Madonna, il proprio figlio alla maturità fisica e morale, ogni uomo e ogni donna dev’essere istruito ad una vita di ferrea moralità che gli permetta di assolvere in pienezza la vita cristiana, solo in questo modo madre e figlio potranno essere simili alla Madonna e a Gesù.

 

Certo si potrebbe obbiettare che la donna che sceglie una vita non votata al Signore perde il suo attributo di verginità. Ma sappiamo bene che il matrimonio è uno dei capi saldi della Chiesa di Cristo, e che attraverso un matrimonio consacrato si può giungere alla santità. Persino la Madonna si è sposata con Giuseppe, ma lo ha fatto per amore e non per desiderio di soddisfare la sua sessualità. Il matrimonio tra Giuseppe e Maria è il matrimonio perfetto perché è propiziato dalla scelta dell’uomo adatto a crescere un figlio (per di più il figlio di Dio), un uomo che  sostituisce all’istinto carnale l’amore puro.

 

La Madonna quindi è un esempio imprescindibile per chi cerca un uomo che l’accompagni nell’arduo cammino della vita, ma è anche esempio di pudicizia nel vestiario, sempre casto, l’unico che non scade nella triviale volgarità, di purezza del viso, un volto che induce a pensare alla santità e alla beatitudine del paradiso, non come quello delle donne di oggi sempre più truccate e mascherate da ignobile tentazione carnale.

 

Infine la Beata Vergine è esempio per tutti i suoi figli, nel 1917 essa ha annunciato a Fatima che suo figlio ci vuole avvicinare al suo cuore immacolato. Seguendo l’esempio del suo cuore, vivendo secondo le sue regole, pregando attraverso Lei il signore, saremo più vicini a Dio e protetti dalla tentazione del Diavolo che contro di Lei non può nulla.