La Madonna della Medaglia Miracolosa dà appuntamento al Papa

Sarà un incontro a dir poco straordinario, dopo un lungo pellegrinaggio che ha toccato i cuori di tanti uomini e donne, in questi mesi, portando infinite benedizioni e una grande speranza in un tempo tanto difficile. 

Risuonano infatti potenti le parole che la Vergine lasciò alla veggente quasi un secolo e mezzo fa, prefigurando l’avvenire di tanti fedeli e dell’umanità intera.

Sarà infatti davanti a Papa Francesco che si concluderà il pellegrinaggio in Italia dell’effige della Madonna della Medaglia miracolosa. L’udienza del Pontefice è prevista mercoledì 24 novembre nell’Aula Paolo VI, insieme a un migliaio di persone circa che accompagneranno la statua, membri dei diversi rami della Famiglia vincenziana.

L’incontro tra la statua e il Pontefice

Una data vicina al giorno in cui la Chiesa celebra a Madonna della Medaglia miracolosa, il 27 novembre, in preparazione del quale nella Basilica di Sant’Andrea della Valle a Roma si svolgerà una Veglia mariana vocazionale guidata da don Luigi Maria Epicoco. E che conclude il pellegrinaggio della statua in molti luoghi del Paese.

A partire dallo scorso 11 novembre 2020, infatti, la statua della Vergine che apparve a Rue de Bac ha toccato numerose parrocchie d’Italia, dopo essere stata benedetta dal Pontefice stesso. Un percorso reso possibile dai Missionari vincenziani d’Italia, che insieme alla Famiglia vincenziana, in occasione del centonovantesimo anniversario delle apparizioni mariane a Santa Caterina Labouré, hanno deciso di dare vita a questo tour straordinario.

LEGGI ANCHE: Madonna della Medaglia Miracolosa pellegrina in Italia: ecco date e tappe

Tutto riporta infatti alla notte tra il 18 e il 19 luglio 1830, giorno in cui Caterina, giovane figlia della Carità di san Vincenzo de’ Paoli, trovò dinnanzi a lei nientemeno che la Vergine. Tra Maria e la veggente si sviluppò un lungo incontro che portò a risultati molto concreti. Il 27 novembre 1830 la donna vide Maria con un piccolo globo tra le mani, simboleggiante l’umanità. Da allora prese vita la missione di fare coniare la Medaglia miracolosa, che divenne in poco tempo celeberrima.

Il messaggio che lasciò la Vergine a tutta l’umanità

“Le persone che la porteranno riceveranno grandi grazie“, fu la promessa miracolosa che Maria consegnò alla giovane veggente di Rue de Bac. Prima di lasciarle, però, anche un duro monito sui tempi che da lì a poco sarebbero venuti, e che secondo molti continua ad avvisarci e a mostrarci molto anche di quanto sta accadendo oggi, nei nostri giorni, davanti ai tanti drammi che il mondo intero sta vivendo.

Il Papa incontra alcuni membri della famiglia dei Vincenziani – photo web source

“I tempi sono molto tristi. Disgrazie verranno ad abbattersi sulla Francia. Il mondo intero sarà sconvolto da calamità di ogni genere. Ma tu vieni ai piedi di questo altare, qui le grazie saranno sparse su tutte le persone che le chiederanno con confidenza e fervore… ho sempre vegliato su di voi”, disse la Madonna.

Parole che risuonano oggi nel cuore di tanti, e che hanno spinto la grande famiglia dei vincenziani, coscienti del loro carisma originario, a dare vita a questa iniziativa di Maria Pellegrina depositata nel cuore di molti, ricordando a tutti che la Madonna continua ad invitare l’umanità intera ai piedi dell’altare affinché possa incontrare l’amore infinito di Cristo che redime da ogni male.

LEGGI ANCHE: Angelus | Qual è il tratto che rende unica la regalità di Cristo?

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it