Kennedy jr, il durissimo attacco: “la pandemia è un disegno delle élite”

L’attacco di Robert Francis Kennedy junior: la pandemia è frutto di un complotto, un disegno a tavolino delle élite.

Robert Kennedy jr sul palco in piazza a Berlino – foto web source

Robert Kennedy jr rappresenta da sempre una voce profondamente critica verso i vaccini, e durante la pandemia la posizione assunta dal figlio dell’ex senatore degli Stati Uniti è apertamente in contrasto con le élite che predicano allarmismo e responsabilità.

Il durissimo attacco di Kennedy jr, nipote dell’ex presidente Usa

Kennedy jr ha infatti più volte sostenuto che la pandemia non sia altro che un un piano studiato a tavolino dai potenti del mondo. Sposando in questo modo, in pieno, quelle che dall’informazione “mainstream” vengono definite “teorie del complotto”. Il discorso, pronunciato durante la criticata manifestazione di Berlino, secondo molti rappresenta un vero e proprio spartiacque, rendendo più autorevoli le posizioni di chi sostiene che la pandemia sia stata organizzata a tavolino.

Lo scorso 29 agosto nella piazza della capitale tedesca c’erano infatti decine di migliaia di persone, riunite per manifestare apertamente contro le restrizioni dovute al Coronavirus. Nel suo intervento, Kennedy jr ha rivolto un attacco netto e durissimo contro i principali mass media e in particolare contro le lobby farmaceutiche.

Robert Kennedy jr – foto web source

Il discorso di fronte alla folla riunita in piazza a Berlino

Candidandosi in questo modo a portavoce internazionale di questa linea di pensiero, e ponendosi esattamente dalla parte opposta di ciò che viene affermato dalla comunità scientifica “ufficiale”.

“Negli Stati Uniti i giornali dicono che sono venuto qui per parlare con dei nazisti. Quando guardo nella folla, vedo persone che vogliono un governo diverso, persone che vogliono leader che non mentano loro”, ha detto Kennedy jr.

Kennedy jr: vogliamo politici che si preoccupino della salute dei figli

“Vogliamo politici che si preoccupino della salute dei nostri figli e non del profitto della lobby farmaceutica e del proprio profitto“, ha proseguito il nipote dell’ex presidente americano John Fitzgerald Kennedy. “Vedo persone di tutte le nazioni, con tutti i colori della pelle, vedo persone che hanno a cuore l’umanità, che sono qui per la salute dei loro figli e per la libertà e la democrazia”.

Uno scatto della folla presente alla manifestazione di Berlino – foto web source

L’opinione di Kennedy jr è perciò profondamente radicale, senza pietà verso quelle élite governative, a suo avviso pronte a sfruttare ogni occasione buona per accrescere in maniera esponenziale i propri interessi e implementando in questo modo i propri progetti di dominio politico e sociale globale.

“I governi amano le pandemie per dare vita a meccanismi di controllo”

“I governi amano le pandemie – e le amano per le stesse ragioni per cui amano la guerra, perché permette loro di mettere in atto meccanismi di controllo che altrimenti non accetteremmo mai”, ha affermato.

Kennedy jr non si è fermato a un attacco vago e circoscritto, ma ha puntato il dito su soggetti ben precisi, facendone nomi e cognomi. “Persone come Bill Gates e Anthony Fauci“, ha spiegato. Specificando inoltre che, per la sua opinione, la pandemia sarebbe stata pianificata da queste élite culturali già da “decenni”.

Bill Gates e Robert Kennedy jr – foto web source

L’attacco di Kennedy jr anche contro il 5G: l’inizio della schiavitù

“Cinquant’anni fa, mio zio J.F. Kennedy venne a Berlino. Berlino era il fronte contro il totalitarismo. E oggi è di nuovo così: Berlino è il fronte contro il totalitarismo. Ed è per questo che oggi ripeto con orgoglio: sono un berlinese. E vorrei dire un’altra cosa: non avete fatto un buon lavoro per proteggere la salute della gente”, ha aggiunto.

Un altro oggetto degli attacchi di Kennedy è stato il 5G. “Hanno fatto un ‘buon lavoro’ per portare il 5G nelle nostre comunità. E hanno creato l’inizio di una moneta digitale – e questo è l’inizio della schiavitù”. Il motivo perciò dell’implementazione di questa potente tecnologia sarebbe “la raccolta e il controllo dei dati”.

Kennedy jr in piazza a Berlino: “è il nuovo fronte anti-totalitarismo”

Il 5G infatti permette performance tecnologiche incredibili, con le quali è possibile realizzare ad esempio tecniche precisissime di controllo sociale. “Lo usano per spiarci con il riconoscimento facciale“, ha così affermato davanti alla folla.

“Tutti questi dispositivi intelligenti – non sono per noi, ma solo per la sorveglianza e la raccolta dati. Questa pandemia permette all’élite di dettare quello che vogliono che facciamo”.

Giovanni Bernardi

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]