Jessica sceglie la castità: “Così nessuno può ridurmi ad un oggetto”

Nata il 4 dicembre del 1990, Jessica Zacariello ha da subito cominciato la sua vita in salita: sin da bambina, infatti, è stata affetta da emiparesi “Una patologia dovuta ad uno sbagli medico”. L’infanzia e l’adolescenza sono molto difficili per lei che si vede diversa dai suoi coetanei, ma al contempo sono dei periodi caratterizzati da una passione, quella per la scrittura, che la porta a completare il suo primo libro di poesie a soli 11 anni.

Finito il liceo, Jessica si trova in un periodo nero che supera grazie ad un’amicizia fatta su Facebook nel 2010. Le due ragazze stringono un rapporto intenso, parlando ogni giorno in chat e via telefono. Dopo un anno di amicizia arriva il momento di incontrarsi, la sua amica le chiede di andare con lei all’incontro di ‘Nuovi Orizzonti‘ a Roma, tutto sembra pronto, ma alla fine l’incontro salta. Sembra che l’incontro tra le due ragazze non debba mai avvenire, ma una settimana dopo l’amica richiama Jessica e le chiede di partire con lei e la sua famiglia per Medjugorje.

Jessica è sicura che la madre non accetterà mai per via del costo del viaggio e della distanza, ma la sua amica chiede di parlare con la donna e la convince ad accettare il viaggio. Una settimana dopo sono tutti a Medjugorje ed è in questo momento che Jessica ha una conversione nel cuore: “Sento la voce della Regina della Pace che mi dice: ‘Vieni da me, sto aspettando solo te!’”. Ma il secondo giorno accade qualcosa di ancora più profondo: “Mentre con il prete stavamo facendo la Via Crucis avverto dei brividi di freddo. Mi giro verso sinistra e vedo la croce bianca”. Jessica riceve anche il dono dei profumi, ma i suoi cari non credono a quello che le sta accadendo.

Le visioni continuano per sette mesi, mentre la percezione dei profumi continua anche dopo anni di distanza. La positività del viaggio a Medjugorje la convincono ad intraprendere il percorso di studi in Lettere Classiche per provare ad assecondare la sua passione infantile e adolescenziale, ma qualcosa la blocca e le fa capire che la sua strada è un’altra. Così dopo un periodo di dubbi si decide ad andare ad un incontro con i ‘Cuori puri’, un’associazione nata per il trentennale delle apparizioni mariane a Medjugorje che propone la castità prematrimoniale. Qualche settimana dopo, mentre Jessica si trova a Messa sente di nuovo la voce della Madonna che la chiama: “Lascia tutto e vieni qui da me, ci penso io a te”. La ragazza parte una settimana per il Festival dei giovani e torna con la convinzione che la promessa di purezza fino al matrimonio sia la scelta giusta da fare: “Per me la castità è quella guardia che custodisce il mio volto da uno sguardo dell’altro che potrebbe ridurmi in un oggetto”.