Jessica ragazza disabile ha sentito la Madonna“Vieni da me perché sto aspettando solo te”,

In un interessante intervista, Rita Sberna ci racconta di Jessica Zuccariello, una ragazza di 25 anni affetta da Emiparesi che per un errore medico si trova costretta a muoversi attraverso una carrozzina. La ragazza è nata già in condizioni di sofferenza, prima di essere partorita i medici per complicanze hanno indotto la madre a partorire con un giorno di ritardo.

 

I dolori ed i problemi fisici le hanno permesso di sviluppare una propensione per la scrittura, tant’è che ad 11 anni ha scritto il suo primo libro intitolato: “Tra sogno e realtà, vivo le emozioni della mia età”, una sorta di diario dove annota i problemi più intimi di una preadolescente per di più costretta ad una semi paralisi.

 

La sua vita cambia quando incontra una ragazza, le due diventano subito grandi amiche e dopo un periodo di frequentazione decidono di andare assieme ad un incontro di Nuovi Orizzonti (l’associazione umanitaria di Chiara Amirante). All’incontro, però, non arriveranno mai, la ragazza infatti le dice qualche ora prima dell’appuntamento che sta per partire per Medjugorje e la invita a partire con lei.

 

Jessica non sapeva come fare, aveva difficoltà economiche, ma quella sera sente una voce che le dice: “Vieni da me perché sto aspettando solo te”, la ragazza è sicura che si tratti della Regina della Pace e chiede uno sforzo alla madre, che le concede di andare in pellegrinaggio.

 

Arrivata a Medjugorje Jessica si converte, durante il viaggio ha avuto segni inconfondibili della presenza di Dio e della Madonna: per ben due volte, sul monte Krisevac e dentro la Chiesa di San Giacomo l’è apparsa una croce bianca, inoltre mentre pregava le è stato fatto il dono dei profumi, ma questo lo lasciamo spiegare dalle sue parole: “ A Medjugorje ho sentito vari profumi. Il profumo di lavanda, sta ad indicare l’armonia, l’incenso invece è un invito alla preghiera ed infine il profumo di rosa, è la presenza di Padre Pio e della Madonna”.

 

Qualche tempo dopo si reca all’incontro “Cuori Puri”, un iniziativa che promuove la castità prematrimoniale. Al tempo andava all’università, ma durante l’incontro la Madonna torna a parlarle e la invita a raggiungerla nuovamente, così lascia gli studi e va in viaggio a Medjugorje. Una volta qui, sale sul monte Krisevaz e di fronte alla grande croce fa una promessa a Dio: un voto di castità.

 

Quando la giornalista le chiede cosa significhi per lei la castità, Jessica risponde: “Per me la castità è quella guardia che custodisce il mio volto, da uno sguardo dell’altro che potrebbe ridurmi come un oggetto, perché io non voglio essere, l’ultima spiaggia di nessuno, ma l’angolo di paradiso per qualcuno”.