Una intera Famiglia posseduta dal demonio

 

La Storia della famiglia Norton è ricca di episodi strani e funesti che si concentrano prettamente in epoca Vittoriana. Originari di Londra, i Norton erano una famiglia di industriali che aveva una fitta rete di contatti in politica ed un’influenza di non poco conto negli affari reali.

 

Emersi dal nulla grazie alla rivoluzione industriale e alle fabbriche di cotone i Norton avevano da sempre la fama di essere una famiglia quantomeno stravagante. Nel corso del ‘800 diversi membri di questa famiglia furono affetti dalla malattia di Lyme (malattia genetica autoimmune molto rara che causa gravi problemi cardiaci e mentali), altri, forse come conseguenza della malattia, si suicidarono, una di queste fu l’anziana zia: questa lamentava spesso di essere posseduta da esseri che le erano entrati dalle orecchie e un ronzio costante che la tormentava e che la portò a conficcarsi un paio di forbici nelle tempie.

 

Questi strani eventi avevano messo in cattiva luce tutta la dinastia, c’era chi sosteneva che fossero stati maledetti, un’idea che venne amplificata da quanto successo nel 1876: una sera venne trovato dagli operai il corpo martoriato di un bambino di 9 anni (già dipendente della fabbrica) ed il proprietario Roy W. Norton venne accusato per il terribile omicidio, si sapeva infatti che questo aveva una passione smodata per i bambini e questa maldicenza bastò per ritenerlo colpevole del misfatto.

 

L’alone di mistero che aleggiava su questa famiglia di imprenditori borghesi venne sfatato nel 1899 quando un gruppo di agenti fece irruzione nelle proprietà dei Norton scoprendo all’interno di queste altari dedicati alla gloria di Satana. In seguito a quella scoperta tutta la famiglia fu marchiata dall’infamia e dal disonore, gli venne attribuita la paternità di tutti gli omicidi irrisolti nelle loro fabbriche e, accusati di stregoneria e satanismo, vennero ribattezzati la “Famiglia del Diavolo”.

 

Sebbene questa famiglia abbia subito una fine indecorosa, tutt’oggi una lapide commemorativa viene conservata nel cimitero di Londra, si narra che quello sia uno dei luoghi in cui l’attività paranormale è estremamente intensa.