Incendiato presepe da musulmano

Continuano gli episodi di intolleranza contro i simboli più cari che abbiamo, come il crocifisso e il presepe, noi ci domandiamo perchè si parla tanto di integrazione di tolleranza, ma poi i primi ad essere intolleranti sono coloro che ospitiamo. Il rispetto e sinonimo di libertà e di tolleranza.

I carabinieri di Foggia hanno arrestato un cittadino del Gambia di 25 anni, regolare in Italia, accusato di danneggiamento, incendio e resistenza a Pubblico Ufficiale. Il giovane, intorno alle due di questo pomeriggio,  ha mandato in frantumi con un bastone la teca contenente una statua della Madonna e incendiato il presepe allestito nel cortile della parrocchia della Madonna del Rosario,   in via Guglielmi. Lo stesso, inoltre, ha opposto ferma resistenza ai carabinieri, intervenuti su segnalazione del parroco, i quali sono riusciti comunque a bloccarlo e ad arrestarlo. Lo straniero, in preda ad una visibile e accentuata alterazione psico-fisica,  ha cercato di giustificare il suo gesto con la sua appartenenza alla fede musulmana e per tale ragione ha voluto distruggere i simboli cristiani. In realtà lo straniero sembrerebbe soffrire di problemi psichici.