Il bambino che è stato in Paradiso , ci racconta com’è.

Colton Burpo per tutti  è diventato il bimbo che ha visto il Paradiso. Il suo racconto incredibile a dirsi, ora è diventato anche la trama di un film che ha catturato l’attenzione di mezzo mondo, e la pellicola approdata anche nelle sale cinematografiche italiane  : Colton a 4 anni è miracolosamente sopravvissuto a un’appendicite in peritonite è racconta:

 “STAVO IN BRACCIO A GESU’– Colin racconta che stava in braccio a Gesù, che lo ha accolto sul suo cavallo color arcobaleno e “ha detto agli angeli di cantare, perché avevo tanta paura”. Ha spiegato di aver incontrato Dio, che è “grandissimissimo e ci vuole veramente bene”. E aggiunge di aver visto anche una luce, quella “sparata”, secondo le sue parole,  dallo Spirito Santo sugli uomini.
“VEDEVO DALL’ALTO IL MEDICO CHE MI AGGIUSTAVA” – Colin racconta anche di aver  visto “dall’alto” il medico che lo “aggiustava” e i genitori  preoccupati e sofferenti per lui. Ma il particolare più suggestivo è quando Colin ricorda l’incontro con la sorellina in Paradiso e mai nata e di cui nessuno gli aveva parlato.
I SUOI TRE MINUTI IN PARADISO – E’ il cinque marzo quando  i il bambino che non ha ancora compiuto quattro anni, entra in sala operatoria: ha l’appendice perforata, pochissime speranze di sopravvivere. Mentre Todd, il padre,  prega e la madre cerca conforto negli amici, per tre lentissimi minuti Colton “muore”, i medici lo perdono. Invece, il bambino  miracolosamente reagisce e si salva. Qualche anno dopo, Colton racconta ai genitori stupefatti il suo “viaggio” in Paradiso con grande tranquillità, come se fosse un avvenimento normale e la sua storia di fede e di speranza fa il giro del mondo.