Halloween, bimbo di 5 anni ricoverato in ospedale. Droga nei dolcetti?

Un bimbo di soli 5 anni è stato ricoverato d’urgenza in ospedale dopo aver fatto il tradizionale porta a porta in costume. Qualcuno ha messo della droga nei dolcetti di Halloween che gli erano stati regalati.

E’ accaduto negli Stati Uniti, ieri pomeriggio, a Galion (Ohio). Braylen Carwell, bimbo di 5 anni, è andato in giro per la città con gli amici per effettuare il tradizionale “Dolcetto o scherzetto”. Concluso il giro, il piccolo è tornato a casa con il cestino di dolci ed era pronto a gustare quelle leccornie quando, improvvisamente, è caduto a terra in preda alle convulsioni. I genitori del bambino, terrorizzati che l’attacco potesse essere letale, lo hanno trasportato d’urgenza all’ospedale più vicino, dove i medici lo hanno stabilizzato appena in tempo.

Le convulsioni del piccolo potevano essere un segnale di una malattia pericolosa, motivo per cui i medici hanno richiesto delle analisi del sangue dalle quali hanno scoperto un dato inquietante: nel sangue del bambino c’erano tracce di metanfetamina, una droga sintetica che può essere letale se assunta in dosi massicce anche per un adulto. I genitori, sconvolti dalla notizia, sostengono che qualcuno dei vicini possa aver dato al figlio un dolcetto contenente la pericolosa sostanza.

Droga nei dolcetti di Halloween: il bimbo si riprende, la polizia indaga

Data la gravità dell’accaduto la polizia di Galion è stata chiamata dal personale dell’ospedale. Gli investigatori seguono la pista fornita dai genitori del piccolo ma non si sbilanciano sull’accaduto, preferendo aspettare i risultati delle analisi sui dolci e sul paradenti di plastica che il bambino indossava quando ha avuto l’attacco. La prudenza delle forze dell’ordine è dovuta al fatto che quello di Braylen è stato l’unico caso, quindi è necessario accertarsi che l’assunzione della sostanza sia avvenuta attraverso uno dei dolcetti.

Intanto la madre del bambino, Julia Pence, ha concesso un’intervista ai media locali spiegando il terrore provato quando ha visto il figlio in pericolo di vita: “La parte sinistra della sua faccia era paralizzata e non riusciva a muovere un braccio, non sapeva dove fosse e cosa stesse facendo”, quindi ha rassicurato tutti sul suo stato di salute attuale: “Un minuto prima è iperattivo e quello dopo è stanco, si sta ancora riprendendo”.

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

Luca Scapatello