Il Rosario può davvero stravolgere la nostra vita in meglio?

Recitare il Santo Rosario cambia la nostra quotidianità, ci aiuta ad affrontarla in maniera completamente diversa,  con molta più serenità. Questo ci porta a guardare, anche, il mondo, con occhi diversi.

la preghiera del rosario
photo web source

“Il Santo Rosario ha cambiato in me tante cose”. Un fedele scrive a Padre Angelo come può questa pia pratica riuscire a cambiare il proprio modo di essere e di pensare.

“Recito il Rosario e in me molto è cambiato”

Da quando recito il Rosario da più di tre mesi, ogni giorno sento in me tante cose cambiate” – con questa frase inizia la lettera che un fedele ha scritto a Padre Angelo. La volontà di raccontare la propria esperienza, il suo sentirsi sempre più vicino a Maria, cosa che, prima, non aveva mai fatto.

Tante cose sono cambiate nella sua vita: “Le bestemmie sono svanite […] ma da qualche giorno mi sono posto una domanda: perché sono arrivato a recitare il Rosario? Nonostante reciti il Rosario mi accorgo del dolore dei miei peccati […] È per caso Gesù che mi ha portato a questo?”.

Nel corso della sua lettera, il fedele racconta che la recita del Rosario l’ha portato ad allontanarsi da brutti e negativi pensieri che lo tormentavano da qualche anno: “Forse il Signor Gesù mi sta chiamando in qualche modo? O comunque vuole capovolgermi la vita? Forse qualcuno lassù ha visto lo schifo di vita che conducevo tra impurità e bestemmie”.

Padre Angelo: “Gesù ti ha scelto nel giorno di Pasqua”

La dolcezza di Padre Angelo porta, quasi metaforicamente, ad abbracciare il giovane fedele e ad accogliere la sua richiesta di spiegazioni in merito: “Questa preghiera ti ha incantato. Adesso lo reciti tutti i giorni e avverti in te tante cose, a cominciare dal dolore dei tuoi peccati e della vita trascorsa nella “schifezza”.

Non mi meraviglio che proprio il giorno di Pasqua sia iniziato il tuo cambiamento. A Pasqua non si ricorda semplicemente la risurrezione del Signore, ma la si sperimenta di nuovo. Quel giorno il Signore ha voluto risorgere anche in te e tu hai cominciato a risorgere con Lui”.

“Gesù mi ha chiamato?”. Padre Angelo gli spiega: “Lui ti ha avvicinato al Rosario”

In un certo senso, alla domanda del giovane, “forse Gesù mi sta chiamando a qualcosa”, non era del tutto sbagliata. Padre Angelo, infatti, torna sul fatto che la “conversione” sia avvenuta proprio il giorno di Pasqua: “Il Signore si è servito del Rosario per risorgere in te. Si è servito di Maria e della sua presenza. Facendo entrare la Madonna nella tua vita è successo quanto non pensavi e inaspettatamente ti sei trovato nella condizione di dire anche tu, come lo sposo del Cantico: “Tu mi hai rapito il cuore” […]

la corona del rosario
photo web source

Mi domandi se il Signore Gesù ti stia chiamando in qualche modo (qui sembri alludere alla vocazione) o comunque voglia capovolgerti la vita? Senza dubbio ti vuole capovolgere la vita per essere Lui solo il centro e l’obiettivo della tua vita. E dal momento che ti senti afferrato dal Signore nell’intimo di te stesso, non escludo che tu sia anche chiamato a stare con lui”.

LEGGI ANCHE: Papa Francesco: “Pregare il Santo Rosario: Maria ci guidi a Gesù”

Pregare il Santo Rosario, seguendo anche le parole di Padre Angelo, ci avvicina a Maria sempre di più. Attraverso di lei, è possibile cambiare in meglio la nostra vita e camminare su quella strada che il Signore ha tracciato per ognuno di noi.

Fonte: amicidomenicani.it

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it