Giornata Mondiale della Gioventù: riflessioni e testimonianze

Giornata Mondiale della Gioventù: riflessioni e testimonianze
GMG

Alla Giornata Mondiale della Gioventù, che si è concretizzata a Cracovia nel 2016, insieme ai ritiri spirituali e agli incontri con le scuole, in preparazione dell’evento, ci sono state anche molte testimonianze di conversioni particolari.
L’obiettivo stesso del meeting era quello di sensibilizzare i giovani, perché desiderassero di incontrare Cristo.

Era Padre Paul Labuda della diocesi di Swidnica, il coordinatore della Giornata Mondiale della Gioventù, che presentava -tra le altre- una testimonianza molto forte: “In preparazione alla Giornata Mondiale della Gioventù, vogliamo che vi eleviate attraverso la testimonianza di persone che hanno scoperto la via verso Cristo”.
La testimonianza di Patricia Hurlak, un’attrice e una regista, ha segnato sicuramente la mente dei giovani intervenuti.

Lei ha raccontato, ha ammesso, di aver praticato la stregoneria, da giovanissima, a cui la credenza nelle superstizioni, nei talismani, negli oroscopi l’aveva portata.
Dopo qualche tempo, era diventare una fattucchiera, “agganciata come una droga”, che praticava malefici contro le altre persone.
Il mondo dell’occulto su di lei suscitava molto fascino e curiosità “al punto che non riuscivo a svolgere i più semplici compiti quotidiani”, senza ricorrere a pratiche occulte.
Utilizzava, dunque, un apposito manuale di incantesimi, per attrarre le persone ed ottenere dei vantaggi. E dice di aver ottenuto, così, alcuni dei suoi successi professionali.

Tutto ciò ha avuto un seguito, fino a che non ha incontrato Cristo: “Dio ha messo sulla mia strada un uomo, un sacerdote esorcista, con il quale ho iniziato a cambiare la mia esistenza”, ha poi raccontato.
“Alla fine mi sono resa conto che Gesù mi ama per sempre, in modo gratuito, ma che non poteva entrare nella mia vita, finché io non lo avessi invitato”.

Ed è questo che ha voluto sollecitare in tutti i giovani presenti, perché aprissero il loro cuore alla grazia del Signore, che ci attende e non delude mai.

Antonella Sanicanti