Vaticano: arriva Francesca Di Giovanni la prima donna Sottosegretario

Un importante cambio per la Segreteria di Stato Vaticana voluto da Papa Francesco. Come nuovo Sottosegretario arriva una donna.

francesca di giovanni sottosegretario
photo web source

Papa Francesco nomina Francesca Di Giovanni come Sottosegretario di Stato. Nessuna donna aveva mai ricoperto questo incarico prima d’ora.

La svolta in Segreteria Vaticana: arriva Francesca Di Giovanni

Una svolta epocale quella voluta da Papa Francesco per la Segreteria Vaticana: come Sottosegretario, il Pontefice ha nominato Francesca Di Giovanni, prima donna che diventa responsabile del Settore multilaterale della Sezione per i Rapporti con gli Stati.

Novità voluta dal Santo Padre in un ambiente dominato da soli uomini. La Di Giovanni assume questo nuovo incarico nella Segreteria di Stato, dove opera da officiale già da quasi 27 anni. Un membro interno, quindi, ma di alto livello, così voluto dal Santo Padre.

Francesca Di Giovanni, nata a Palermo, ha 66 anni, è laureata in Giurisprudenza. Fa parte del Movimento dei Focolari, in cui ha lavorato nell’ambito del settore giuridico-amministrativo. Ha svolto il suo servizio in Segreteria di Stato sempre nel Settore multilaterale, in particolare su temi concernenti i migranti e i rifugiati, il diritto internazionale umanitario, le comunicazioni, il Diritto internazionale privato, la condizione della donna, la proprietà intellettuale e il turismo.

La nomina voluta da Papa Francesco

Sono sorpresa di questa nomina. Mai avrei pensato che il Pontefice affidasse a me questo ruolo” – ha dichiarato in un’intervista a Vatican News. “Il Santo Padre ha preso una decisione innovativa, certamente, che, al di là della mia persona, rappresenta un segno di attenzione nei confronti delle donne. Ma la responsabilità è legata al compito – precisa – più che al fatto di essere donna” – ha proseguito.

Di Giovanni: il suo settore

Francesca Di Giovanni conosce bene l’attenzione che Papa Francesco ha verso il settore multilaterale: “Si tratta di un settore che oggi è messo in discussione da alcuni, ma che ha una funzione fondamentale nella comunità internazionale. Forse, mettendo me come donna, mi sarà possibile curare i rapporti avendo a cuore l’unità” – ha concluso nell’intervista.

Un notevole passo in avanti per la Chiesa e, ancora una volta, voluto da Papa Francesco, il quale sta cercando di valorizzare a pieno il lavoro e la presenza delle donne nella Chiesa.

Un augurio di buon lavoro alla neo sottosegretaria.

ROSALIA GIGLIANO

Fonte: lastampa.it

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it