La Papessa della moda, Franca Sozzani, aveva ritrovato la fede davanti alla Sindone

La Papessa della moda, Franca Sozzani, aveva ritrovato la fede davanti alla Sindone
Franca Sozzani

Si chiamava Franca Sozzani, il Redattore Capo di Vogue Italia che, era soprannominata addirittura la Papessa della moda.
Nel 2016, dopo un viaggio a Torino, la sua vita, però, era cambiata di botto, tanto che anche il suo modo di esprimere l’arte fotografica ne aveva beneficiato, umanamente parlando.

A Torino, aveva visto la Sindone e, davanti a quella reliquia sacra, successe qualcosa di particolare e inaspettato, perché decise di confessarsi e lo fece per 3 lunghe ore.
Franca Sozzani, in quelle ore, ritornò alla fede, lei che amava ripetere che “Nella moda non si tratta di vestiti, si tratta della vita”.

Lei, dopo essersi laureata in Lettere e Filosofia e aver lavorato per Vogue Bambini, era passata a Vogue Italia, nel 1987.
Da un certo punto in poi, fece davvero la differenza, utilizzando la sua influenza per parlare della violenza sulle donne; delle ragazze intrappolate nella dipendenza dall’anoressia; degli eccessivi e inutili interventi di chirurgia estetica; delle donne di colore, della loro bellezza, come della loro condizione sociale.

Purtroppo, nello stesso anno in cui riuscì a tornare alla fede e a Dio, Franca Sozzani, provata da un terribile tumore ai polmoni, lasciò questo mondo, a soli 66 anni.
Così, la settimana della moda italiana, di quella stagione, si concluse, a Milano, con una Santa Messa in suo onore, celebrata proprio nel Duomo della città.
Come nella vita, anche in quell’ultimo viaggio, Franca Sozzani fu accompagnata da personaggi del jet set internazionale, come Anna Wintour, Redattrice Capo di Vogue negli Stati Uniti, le modelle Kate Moss e Naomi Campbell, l’ ex first lady francese Carla Bruni-Sarkozy e tanti altri.

In quell’occasione e secondo le disposizioni di Franca Sozzani, suo figlio Francesco lesse il passo della Bibbia che dice: “Il giorno della morte, è meglio del giorno della nascita”, tratto dal Libro dell’ Ecclesiaste.

Antonella Sanicanti