La Madonna rivela a un presunto veggente di non fare il vaccino. Interviene il Vescovo

Un presunto veggente in Calabria ha diffuso sul suo blog dei messaggi in cui si attribuiscono alla Madonna parole contro i vaccini. Diffidiamo dai “falsi profeti”.

la madonna che piange
photo web source

Il messaggio in questione è stato pubblicato il 25 dicembre 2020 e ha suscitato l’intervento dell’autorità ecclesiastica, che si è detta sgomenta per la vicenda. Ora sul blog “Madonna della conversione”, sito in cui vengono riportati questi “Messaggi dal 2008 in poi”, che a questo punto sembrano essere più presunti che veritieri, in cima agli ultimi post campeggia la scritta in rosso: “Attenzione: in obbedienza all’autorità ecclesiastica, la pubblicazione dei messaggi viene sospesa”.

Il messaggio dello scandalo che viene attribuito alla Madre di Dio

Ma quel messaggio attribuito alla Madre di Dio continua a essere presente e ben visibile nel sito, e le parole che si leggono, scritte dal veggente di Gioiosa Ionica Elio Walter Barillaro, curatore del blog, sono tanto chiare quanto preoccupanti. Secondo il blogger la Madonna avrebbe avuto parole contrarie al vaccino contro il Covid-19, rispondendo a una sua precisa domanda.

“Mamma cara, vorremmo avere da voi un consiglio riguardo il vaccino contro il coronavirus: è meglio farlo o non farlo?”, è la domanda che scrive l’uomo. “Il vaccino di cui tu parli è il vomito del demonio: se potete farne a meno, è meglio”, sarebbe la risposta della Vergine, tutt’altro che tranquillizzante. “Però ascoltate i consigli dei virologi e lasciatevi guidare dalla Madre Chiesa. Figliuoli cari, sarò ancora con voi. Vi benedico”, prosegue il messaggio di dubbia origine.

Le parole che l’uomo attribuisce alla Madonna sono assai dubbie

Alcune settimane dopo, la questione si ripropone. La domanda è: “Mamma cara, miliardi di persone nel mondo faranno il vaccino anti-Covid-19; poiché esso è il “vomito del demonio”, cosa potrà accadere a costoro?”. Di nuovo nel blog viene indicata una nuova risposta di Maria al veggente. “Dovete formare un numeroso esercito di oranti e pregare intensamente, poiché questo vaccino non solo non giova a nulla, ma, nel tempo, può causare problemi più gravi di quelli causati dallo stesso virus, che è frutto di una criminalità dai malvagi scopi politici, ideologici e sociali. Figliuoli cari, sarò ancora con voi. Vi benedico”.

Ovviamente, la discussione e la tematica affrontata pare piuttosto inverosimile. Al di là della questione vaccini, e di come la si pensi, è ben strano ascoltare la Vergine che si pronuncia su temi di stretta attualità, di ordine materiale ben preciso, come appunto la vicenda dei vaccini. Come dire, ci mancherebbe di vedere Maria esprimersi a favore di una o di un’altra parte ideologica, il che sembrerebbe ben assurdo.

La dura e sgomenta nota del vicario generale della diocesi di Locri

Di fronte a tale questione, è così intervenuto il vicario generale della diocesi di Locri, monsignor Pietro Romeo, che ha diffuso una circolare in cui spiega chiaramente di essere piuttosto rattristato, e che di quelle apparizioni presunte “non consta nessuna approvazione ecclesiastica né alcuna soprannaturalità delle stesse”.

“Avendo letto con attenzione diversi suoi messaggi che si riferiscono ad alcune presunte apparizioni, di cui non si consta nessuna approvazione ecclesiastica né alcuna soprannaturalità delle stesse rimaniamo basiti e amareggiati alla letture di alcune conversazioni private, tra queste in particolare quella del 25 dicembre 2020 dove si asserisce che la Madonna avrebbe detto che il vaccino anti-Covid è controproducente”, dice il comunicato, riportato sui quotidiani locali.

La stigmatizzazione della diocesi locali dei messaggi del veggente

Si tratta cioè di una chiara stigmatizzazione del fatto che la Madonna si possa essere espressa riguardo a un tema come quello dei vaccini, asserendo che sarebbe controproducente. Ora vige quindi il divieto di divulgazione, in direzione assertiva, di quei messaggi.

Il vicario generale della diocesi di Locri-Gerace guidata da monsignor Francesco Oliva nella circolare in questione inviata parrocchie e confratelli invita a prendere le distanze da casi di pseudo-misticismo, di apparizioni presunte e asserite, da visioni o messaggi attribuiti a origine soprannaturale di Elio Walter Barillaro, uomo che si auto-definisce “colpito dai segni soprannaturali”, e del suo centro spirituale e biblico “Madonna della Conversione” di Gioiosa Jonica.

Bisogna tenere gli occhi aperti su falsi messaggi e apparizioni sospette

Sarebbe bene che tale messaggio andasse esteso a tutti i casi di apparizioni ben sospette, confuse, misteriose, con messaggi del tutto distanti da quelli che potrebbero essere attribuibili alla Madonna. Non è pensabile di mettersi nelle mani di imbroglioni che diffondono falsità, per questo è necessario in queste situazioni avere grande discernimento.

Lo ha denunciato nei giorni scorsi anche padre Stefano Cecchin, il presidente della Pontificia Academia Mariana Internationalis, mettendo in guardia dal rischio di un uso della Madonna per mostrare un volto di Dio castigatore, che diffonde paure e mette in discredito la stessa Chiesa. Tutto ciò non è accettabile. C’è quindi bisogno di ricerca, studio, approfondimento, e di restare sempre vigili di fronte ai “falsi profeti”, gli stessi di cui parla il Vangelo di Matteo (7,15-20).

Elio Walter Barillaro
Elio Walter Barillaro – photo web source

“Guardatevi dai falsi profeti che vengono a voi in veste di pecore, ma dentro son lupi rapaci. Dai loro frutti li riconoscerete. Si raccoglie forse uva dalle spine, o fichi dai rovi? Così ogni albero buono produce frutti buoni e ogni albero cattivo produce frutti cattivi; un albero buono non può produrre frutti cattivi, né un albero cattivo produrre frutti buoni. Ogni albero che non produce frutti buoni viene tagliato e gettato nel fuoco. Dai loro frutti dunque li potrete riconoscere”.

Giovanni Bernardi

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]