Evento shock: Durante un esorcismo l’indemoniato conferma: “L’anticristo è già nato”

Il diavolo, come lui le sue schiere demoniache, è un essere tentatore amante della discordia, la cui parola non deve essere mai creduta ad eccezione di un unico momento: quando l’esorcista con l’aiuto di Dio lo costringe a dire la verità. In un esorcismo risalente al 2000, una ragazza era caduta vittima di una possessione demoniaca in seguito ad una fattura di un mago. Dentro il suo corpo si agitavano numerosi demoni che la tormentavano, così, la famiglia si è decisa a ricorrere all’esorcismo.

Durante le sedute di liberazione, il sacerdote è riuscito a prendere contatto con uno dei demoni che affollavano la testa della ragazza, si trattava di un giovane pirata morto in maniera atroce. Questa testimonianza, redatta dallo stesso esorcista, è fondamentale per comprendere sia la natura del demonio sia per dare credito alle profezie sull’anticristo che, stando alle parole del dannato, è già tra di noi.

La prima domanda rivolta dal sacerdote all’anima dannata è: Qual è il peccato che più di tutti conduce all’inferno ai giorni nostri? E questo risponde: “Lussuria e Ateismo”. Il demonio risponde affermativamente quando gli viene chiesto se è impotente di fronte a Dio ed alle preghiere, afferma che l’anticristo è sorto e che anche la Madonna gli è superiore. Sulla Madonna di Lourdes inoltre conferma che è in grado di offrire grazie ai pellegrini e di portarli alla salvezza, allo stesso modo la devozione a San Giuseppe può essere salvifica.

Nel corso dell’esorcismo il sacerdote obbliga il demone a fornirgli delle risposte in nome di Cristo. Gli chiede se le discoteche possono essere considerate come le chiese del demonio e questo cala il capo aggiungendo che solo alcune di esse lo sono e che alcuni giovani vanno a dissacrare cimiteri dopo le serate. Il demone parla anche delle droghe come dell’ostia dei dannati. Ma il sacerdote non contento gli chiede il perché dell’uragano che aveva colpito la Francia in quei giorni e la risposta del demone è sorprendente: si trattava di una punizione divina per l’equiparazione delle coppie gay. A questo aggiunge che gli omosessuali che non si convertono finiscono all’inferno.

Giunti a questo punto l’esorcista chiede al demone se nell’era moderna esiste una forma d’idolatria paragonabile al vello d’oro. Il demone risponde positivamente e spiega che si tratta della televisione, lo strumento che più di tutti ha allontanato le persone dalla fede. Quindi gli chiede se è realmente scorretto agli occhi di Dio effettuare delle manipolazioni genetiche ed il demone ancora una volta risponde affermativamente.

Dalla testimonianza offerta emerge una situazione simile a quella profetizzata da molti religiosi, un periodo in cui l’anticristo domina l’umanità senza che questa se ne accorga. Quindi prima di liberare la ragazza l’esorcista chiede al demone se il messaggio della Madonna di Medjugorje è valido e la preghiera è l’unica salvezza dell’umanità ed il demonio conferma quanto gli viene chiesto.