Esplosione Bologna: qualcosa di inquietante che emerge dalle fiamme

Esplosione Bologna: qualcosa di inquietante che emerge dalle fiammeUn paio di giorni fa l’incidente tra un’autocisterna ed un tir sulla A14 ha causato un esplosione devastante, in una foto apparsa sul web si vede un’inquietante figura emergere dal fuoco, si tratta solo di suggestione?

In questi giorni i media hanno trattato diffusamente la notizia riguardante l’esplosione dell’autocisterna sulla A14 nei pressi di Bologna. In quel terrificante incidente è miracolosamente morta una sola persona (l’autista dell’autocisterna), anche grazie al provvidenziale intervento del poliziotto salentino che è sceso per aiutare i feriti prima che la cisterna esplodesse. La deflagrazione successiva ha causato il crollo di parte della corsia autostradale, danneggiato diversi palazzi e ferito un centinaio di persone.

Il racconto di questa strage sfiorata è stato reso ancora più angosciante dalla pubblicazione di immagini e video ripresi da auto che si trovavano a breve distanza dall’accaduto, tra queste ne è stata pubblicata una cui si vede una strana figura emergere nel mezzo delle fiamme.

Volto inquietante emerge tra le fiamme di Bologna, presenza maligna o semplice suggestione?

Nell’immagine in questione, ripresa dall’abitacolo di un’auto, si vede il momento in cui la cisterna esplode generando l’onda d’urto devastante ed il muro di fiamme visto in tutte le immagini pubblicate in questi giorni. Ad un primo sguardo non si nota nulla, ma l’utente che ha pubblicato la foto ha cerchiato una zona del muro di fuoco per evidenziare qualcosa di insolito che emerge tra le fiamme: se guardate in basso a sinistra, infatti, trovate un cerchio di colore verde che evidenzia un volto gigantesco che sembra urlare. Molto probabilmente si tratta di un illusione ottica resa più reale dalla suggestione che genera la notizia e da quella che viene indotta facendo notare questa curiosità. Ma c’è chi, tra gli utenti web, crede che si possa trattare di una presenza maligna che si manifesta al momento dell’esplosione.

Luca Scapatello