Ecco l’Unica Soluzione per Sconfiggere Definitivamente la Fame nel Mondo! (VIDEO)

Schermata 2015-02-05 alle 01.51.12
Fare del bene per gli altri senza interesse, basterebbe questo per tirare su un mondo che invece è sempre più depresso nelle sue congetture, avvolto dai suoi virtuosismi e immerso nella superficialità. Perché siamo uomini e abbiamo l’uno bisogno dell’altro, figli di uno stesso Padre e pronti a tendere la mano al prossimo che non ce la fa. Abbiamo deciso così di intervistare in esclusiva chi del bene lo fa davvero per il prossimo, il Direttore di Mary’s Meals Italia Francesco Stefanini.

Come nasce Mary’s Meals?
“Sono tre le tappe dalla nascita allo sviluppo di Mary’s Meals. Nel 1992 Magnus MacFarlan-Barrow, un pescatore scozzese di salmoni, decide di provare a dare un aiuto alla Bosnia durante il conflitto, colpito dalle forti immagini televisive. Decide allora di partire verso Medjugorje dal nord della Scozia ad Argyll per portare fondi e viveri a chi ne ha davvero bisogno. Di ritorno si rende conto che il lavoro da pescatore è andato inondato e decide allora di prendersi un anno sabbatico per dedicarsi a queste attività e fonda così Scottish International Relief. La seconda tappa ci porta al 2002 quando durante un viaggio in Malawi incontra una madre che sta per morire di Hiv, con sei figlioletti che le sono vicini. Viene folgorato dalla risposta del fratello maggiore che gli dice che vorrebbe solo avere la possibilità di mangiare e di poter quindi studiare. Il punto di vista di Magnus cambia, nella sua mente si sviluppa l’idea dì unire il mangiare e lo studio insieme per dare a loro l’istruzione.
La terza tappa ci porta al 2012 quando Magnus, dopo un incontro casuale con un uomo inglese decide di cambiare il nome del SIR in Mary’s Meals. Si pone come obiettivo centrale ora quello di portare il cibo nelle scuole. L’uomo che incontra è un uomo di valori mariani, un uomo che professa la pace universale e capisce così come un pasto in una scuola possa davvero cambiare il mondo intero”.

Come è arrivata Mary’s Meals in Italia?
“E’ arrivato in Italia, nel 2011, grazie a delle persone che si sono poste di portare avanti questo sogno, questo progetto universale di pace e solidarieta’ quattro volontari: Moreno (il presidente), Carmela (progetti nelle scuole), Cristina (amministrativa) e Augusto (Sito e Traduzioni). Hanno incontrato Magnus e deciso di partire con l’obiettivo di sfamare i bambini nelle scuole, fermare la fame e favorire l’istruzione, seguendo quindi il sogno di Mary’s Meals, che e’ semplice e chiaro: un pasto per ogni bambino che vive in poverta’ nella sua scuola o nel suo luogo di istruzione”.

Ma ci spieghi meglio il nome Mary’s Meals nel suo significato più intenso?
“Letteralmente vuol dire “I pasti di Maria”. Si rifà a Maria, non solo in senso cattolico, ma richiamando l’amore di una mamma che cresce il figlio in una capanna, in poverta’ e in difficolta’. Maria è universalmente riconosciuta come messaggera di pace nel mondo anche da chi non è cattolico. Noi abbiamo questa stessa visione, la visione di far crescere e favorire l’istruzione per un bambino in poverta'”

Ci racconti quale sono i passi che Mary’s Meals ha fatto nel mondo?
“Nel mondo stiamo facendo moltissimo, stiamo incidendo realmente sui numeri della poverta’, vi lascio qualche dato. Sono 989.791 i bambini iscritti al nostro programma mondiale di alimentazione nelle scuole. Solo in Malawi sono 730.000 i bambini, e sono il 25% dei bambini che in tutto il paese frequentano oggi la scuola primaria elementare. Il governo del paese ha riconosciuto Mary’s Meals come organismo che sta migliorando la vita del paese. Oggi Mary’s Meals e’ un movimento libero, universale, trasparente ed efficace, che con onesta’, fermezza e correttezza sta dalla parte dei piu’ poveri. Un movimento di milioni piccoli atti di amore che camminano insieme, fatto di persone in carne ed ossa e storie reali”.

La vostra idea principale qual è?
“Che un pasto, un pasto nutritivo e completo, venga offerto ogni giorno per ogni giorno di scuola ad ogni bambino affetto da fame cronica, questo puo’ cambiare davvero le attuali geometrie del mondo. Blocca la fame, favorisce la scolarizzazione e l’apprendimento, migliora la salute dei bambini e sdradica dalla trappola della poverta’, migliora la vita del bambino e quindi della comunita’ locale. Il cibo è un’esca positiva che soddisfa un bisogno imminente, la fame, per poi favoire un’esigenza a lungo termine, l’istruzione. Il pasto nella scuola attira moltissimi bambini, spesso il doppio dei frequentant. E’ questa l’unica via per abbattere la povertà, cibo + istruzione = speranza”.

Quali sono i vostri punti forti?
Tutte le strutture sono donate e abbiamo bassissimi costi di struttura. L’ufficio dove lavora il fondatore, Magnus, è ancora una capanna nel nord della Scozia.

Magnus1_1243873c
Ecco la Sede Principale di Marys Meals Internaztional e il suo fondatore Magnus MacFarlan-Barrow

Abbiamo un esercito di volontari che cucinano in loco, in Africa e nei 12 paesi dove offriamo i pasti, e spesso a farlo sono le stesse famiglie dei bambini o semplici volontari locali. Per ogni euro raccolto garantiamo dunque di far arrivare almeno il 93% ai programmi di alimentazione. Inoltre il cibo e’ locale e fatto con materie locali, migliorando l’economia dei contadini e della comunita’, ad esempio il likuni phala che distribuiamo in Malawi, per 730 mila bambini, sta migliorando la locale economia. Quindi, dati i costi bassissimi, riusciamo ancora a garantire un pasto quotidiano, per ogni giorno di scuola (190 – 200 giorni circa), a soli €14.50, meno di 8 centesimi a pasto, pensate, meno di 8 centesimi. Inoltre nel periodo estivo il 90% dei programmi di alimentazione resta attivo, consumando il cibo che viene distribuito sempre nelle scuole, che restano spesso aperte anche in estate come luogo aggregativo”.

L’Italia cosa ha fatto per Mary’s Meals?
“come Mary’s Meals Italia Onlus abbiamo avviato programmi di alimentazione in tre scuole in Malawi: la scuola elementare di Kamwazonde, quella di Mkomaliwiro e di Chidokowe. Oggi offriamo pasti a circa 2mila bambini, incrementando l’istruzione in queste scuole, del 50%. Tuttavia, a breve e con il sostegno dei molti donatori che hanno deciso di donare un pasto ad un bambino, potremo avviare altri programmi di alimentazione in più scuole nella stessa area geografica”.

magnus-macfarlane-barrow-image-2-129095316

Ci spieghi la vostra idea di donare?
“Ognuno puo’ fare molto, con poco. Parlando e raccontando Mary’s Meals a fratelli amici e parenti. Con solo 14,50 euro si puo’ offrire un pasto quotidiano ad un bambino per un anno scolastico, abbattendo ogni costo si possono fare cose importantissime per ogni bambino affetto da fame cronica, che non puo’ permettersi la scuola.Vorremmo che ogni persona sentisse suo questo sogno, un pasto ogni giorno di scuola per un bambino che vive in condizioni di poverta’. Le persone ci aiutano perché si innamorano di Mary’s Meals, di questa idea e a noi questo piace! Chi si innamora fa conoscere agli altri e l’idea cresce, cresce e cresce ancora. Ognuno puo’ avviare la sua raccolta fondi in loco per adottare una scuola, diffondere Mary’s Meals con video e materiale informativo, o diventare volontario ed essere un megafono sul territorio. Si possono organizzare raccolte in loco, il coinvolgimento dei gruppi di preghiera, le maratone di beneficenza e anche solo pregare per Mary’s Meals in ogni lingua e in ogni forma. Ogni dono, ogni ricchezza che ognuno sente di voler condividere, giungera’ al prossimo bambino che attende. Mary’s Meals è attiva e pronta a sostenere ogni iniziativa che parte da ogni sostenitore. Siamo aperti e disponibili a visitare gruppi locali e ad appoggiare le strategie, a parlare e a raccontare cosa fa Mary’s Meals, la nostra storia e soprattutto le storie dei 989mila bambini.”

Come si può donare?

“Potete farlo tramite il nostro sito: www.marysmeals.it

Si può donare con Paypal, ma anche con bonifico bancario
a Banca Popolare di Vicenza, codice IBAN: IT78H0572860910072570845778 oppure bonifico postale a Codice IBAN: IT-22 K-07601-11800-001005783160 o tramite bollettino di conto corrente postale  c.c. n. 1005783160, intestato a: MARY’S MEALS ITALIA ONLUS, via Mettifoghi 15/B, 36070 Altissimo (VI).
Chi vuole può aiutarci a diffondere l’idea, diventare volontario, proporci raccolte fondi in loco, presso gruppi di preghiera o gruppi di persone o tra amici…chiamando al 3470890340 / 0698359866
Ci trovate anche su facebook: Cliccando QUI

laughing-girls