Dove è conservato il più antico affresco di San Francesco?

L’immagine del Santo fraticello di Assisi che lo rappresenta in un modo del tutto particolare viene custodita gelosamente in un luogo sconosciuto ai più

L'antico affresco di San Francesco a Subiaco
L’antico affresco di San Francesco a Subiaco – photo: sanfracescopatronoditalia

Un San Francesco senza stimmate e senza aureola: questa è l’immagine più antica che lo rappresenta e che si trova a Subiaco, nel monastero benedettino. Cosa pensa chi la osserva? Forse Francesco non era ancora un Santo?

L’immagine antica di Francesco

Il poverello di Assisi raffigurato senza l’aureola, segno (nell’arte) della santità. Ma anche senza ancora le stimmate: un vero e proprio Francesco giovane, che da poco aveva abbracciato la fede e la “sorella povertà”. Questa immagine si trova nel monastero benedettino di Subiaco ed è, forse, l’immagine più antica che ritrae Francesco.

L’affresco è la testimonianza ci riporta indietro nel tempo, a quei giorni in cui Francesco era ancora vivo. Lui è lì, senza l’aureola, né tantomeno le stimmate ricevute, segno della sua unione con Cristo, ricevute nel 1224.

Il dipinto a Subiaco

L’affresco, presente nella cappella di San Gregorio, nel suddetto monastero, si vede come, però, Francesco abbia uno sguardo sofferente e delle cicatrici sugli occhi. La raffigurazione è inserita in un riquadro rettangolare su un fondo scuro.

Francesco è a piedi nudi, col saio stretto in vita da un cordone. Sul viso, il cappuccio. Il volto con la barba che esprime dolcezza. Ma chi l’ha dipinto? Un autore anonimo probabilmente, che si firma solo con il nome “Maestro di Frate Francesco”. Alcuni pensano che si tratti di un fraticello sconosciuto che dimorava nel monastero e che ritrae il Santo con una carta tra le mani.

Un San Francesco giovane, senza ancora le stimmate

Nella parte superiore, ai lati della testa del Santo, c’è la scritta “Fr(ater) Fra(n)ciscu(s)”. Vicino al piede destro si intravede un monaco di piccole dimensioni con tonaca rosso cupo, che è il committente dell’opera.

Come mai questa raffigurazione a Subiaco? Francesco è mai arrivato in quel luogo? Il viaggio non è documentato nella sua agiografia, ma è probabile che il Santo abbia voluto raggiungere i luoghi calcati dal padre del monachesimo occidentale, San Benedetto.

La possibile testimonianza del suo viaggio a Subiaco

Però una fonte storica indiretta di questo viaggio esiste. Lo storico Giuseppe Gattinara ci parla dell’allora abate del monastero che ospitò il Santo di Assisi. Lo storico riporta, nell’elenco degli uomini illustri, di un tale “Giovanni VI abate di San Benedetto in Subiaco che ospitò San Francesco d’Assisi allorché fu colà a visitare il sacro Speco”.

Fonte: sanfrancescopatronoditalia

LEGGI ANCHE: San Francesco d’Assisi compie quasi 800 anni di santità

ROSALIA GIGLIANO

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it