Don Renzo: Medjugorje è il Santuario dell’Amore immenso di Dio

La Madonna in ogni messaggio a Medjugorje parla di amore. Un amore smisurato per il Figlio che lei desidera insegnare e trasmettere ad ognuno di noi. 

Don Renzo Medjugorje Santuario Amore Dio

Dal 1981 la Gospa appare ai 6 veggenti di Medjugorje per indicarci la via sul quale comminare verso la nostra salvezza.

In una delle tante chiacchierate avute con Don Renzo Lavatori ci siamo soffermati sulla sua prima esperienza in quel paesino della Bosnia-Erzegovina.

La “prima” a Medjugorje di Don Renzo Lavatori

L.d.M. – Don Renzo raccontaci la prima volta che sei stato a Medjugorje cosa ti ha spinto ad andare?

D.R.L. –  Più o meno erano gli anni ’90 ero a Roma da poco tempo. C’era un gruppo di persone, famiglie con bambini, amici ed avevamo creato un gruppo con cui ci incontravamo per pregare. Ogni anno decidevamo, poi, di fare un’esperienza di una settimana insieme. Un spirituale e conviviale in qualche posto per stare insieme. Erano i primi decenni delle apparizioni così decidemmo di andare a fare questa esperienza di Medjugorje.

L.d.M. – Come si viaggiava 30 anni fa?

D.R.L. –  Prendemmo la nave da Ancona e salpammo alla volta di Spalato e di lì poi in Il pullman fino a Medjugorje fu un’esperienza molto toccante. Per tutti, per i bambini e per me. Anche se certe espressioni, certe situazioni mi lasciavano un po’ perplesso. Le persone che era lì mi facevano riflettere. Era come se avessi l’impressione di assistere a manifestazioni più di fanatismo e di devozionismo che di vera fede.

L.d.M. – Un impressione negativa?

D.R.L. –  Ad un primo e superficiale aspetto si, però mi rendevo conto che la gente in quel posto cambiava. Allora mi sono detto qui c’è veramente qualcosa di forte di unico di straordinario. Anche i pellegrini che io poi ho sempre seguito nel corso degli anni qui hanno ritrovato una pace del cuore una pace interiore una guarigione dell’animo.

Festival dei Giovani a Medjugorje 2020, si terrà o no? L.d.M. – Cosa pensa dunque di questo posto?

D.R.L. –  Io qui ho trovato una fonte che mi ha fatto molto bene. Non voglio pronunciarmi sulle apparizioni in quanto non tocca a me farlo ecco perché ho letto i messaggi da un punto di vista intellettuale e spirituale come teologo e ne ho potuto notare la luminosità nonostante sembrano superficiali, ripetitivi.

L.d.M. – In che senso?

D.R.L. –  Nel senso che ad una prima superficiale lettura la Madonna sembra che dica sempre le stesse cose.  Non è vero. Anche il concetto d’amore, ritornando sul titolo del mio ultimo libro, lo usa tante volte ma con aspetti diversi. Tutte visioni che arricchiscono questo concetto generale di amore. La Madonna è semplice non è mai ripetitiva o semplicistica.

Medjugorje Don Renzo Lavatori - Maria

La Madonna dice ciò che la Chiesa non dice più

L.d.M. – Cosa dice la Madonna a Medjugorje?

D.R.L. –  La Madonna dice ciò che la Chiesa non dice più. Mi ricordo da piccolo, eravamo ancora nel clima pre-conciliare, subito dopo il dopoguerra, le catechesi che i sacerdoti ci facevano erano tutte imperniate sull’amare Gesù. Una esortazione a seguirlo e nell’obbedienza ai comandamenti cose che poi sono lentamente scomparse.  Allora lì ho compreso la missione mariana di Madre e Maestra.

L.d.M. – Don Renzo perché ha detto che Maria dice ciò che la Chiesa non dice più?

D.R.L. –  La Chiesa ha perso questa sua dimensione verticale che è quella che ci da la gioia e la forza di assistere anche ai malati nel nome di Gesù per il suo amore e non per semplice filantropia. Ecco questa secondo me oggi è un po’ la nostra carenza.

L.d.M. – Una critica?

D.R.L. –  No, assolutamente, non voglio criticare ma semplicemente dire che è fondamentale anche per noi pastori risvegliare questo aspetto di far riscoprire che, oltre le questioni terrene importanti ci sono quelle celesti che sono molto più importanti perché riguardano la vita eterna. Questa terrena, di vita, passa; quella eterna invece rimane per sempre. La Madonna ha avuto proprio questo compito secondo me.

Maria Madre e Maestra anche a Medjugorje

L.d.M. – Prima aveva detto Maria Madre e Maestra?

D.R.L. –  Si. Questo è il suo compito. Gesù lo ha detto “tu sei madre e questo è tuo figlio” lei non fa altro che educare questi suoi figlioli, come ci chiama teneramente, affinché possono trovare il giusto cammino cristiano per la salvezza eterna. Questo è il richiamo spirituale che ho sentito fortemente dentro di me a Medjugorje. Questo è il motivo per il quale mi sono messo a studiare questi messaggi.

D.R.L. –  Adesso c’è questo umanesimo questo fare pragmatico che è molto bello: dare da mangiare ai poveri assistere i malati, tutte iniziative molto belle però non è questa, strettamente parlando, la vera missione.

L.d.M. – Qual è dunque la nostra missione?

D.R.L. –  Semplice, insegnare ad amare dell’amore suo. Perché anche il povero va amato, va aiutato a capire che il mangiare è necessario ma c’è qualche cibo che va più in profondità e lo può rendere felice e questo è l’amore di Gesù come predicavano santi come Madre Teresa di Calcutta con le sue suore.

medjugorje
photo web source

L.d.M. – Cosa pensa di tutto ciò che avvenuto a livello di fede in questo lockdown?

D.R.L. –  La chiusura delle chiese durante questa pandemia è stata una prova di debolezza della Chiesa stessa Perché come se ci fossimo arresi. Se hai notato la Madonna ha chiuso con Miriana il 2 Gennaio poco prima dello scoppio della pandemia.

L.d.M. – Perchè?

D.R.L. –  Perché noi purtroppo siamo sordi, muti e ciechi. La Madonna secondo me ha detto io ho fatto tutto con pazienza con tanto amore con delicatezza perché la Madonna è forte ma soave mai paurosa mai rigorosa mai catastrofica sempre fonte di speranza. È come se ci avesse detto adesso fatevi un esame di coscienza. Avete ascoltato popolo mio, popolo dei cristiani adesso riflettete ed agite perché si avvicinano momenti impegnativi

L.d.M. – Che momento è dunque questo?

D.R.L. –  È il momento del silenzio per la riflessione e non per la dimenticanza di quello che ci ha detto. Questo libro vuole proprio farci vedere come questi messaggi, rileggendoli aprono degli orizzonti stupendi su queste realtà di oggi. Lei ci preparava dicendo il diavolo sta facendo man bassa. Preparatevi in questo senso.

Don Renzo Lavatori ha raccolto in un volume tutti i messaggi da Medjugorje degli ultimi 5 anni accompagnandoli con un commento teologico.

Don Renzo Lavatori Medjugorje Il Cantico dell'Amore

Un testo che funge da guida per il pellegrino cristiano in cammino. Lui stesso ci dice di non prenderlo come un romanzo, non va a letto tutto in una volta. Questo è come un vademecum che ci può aiutare nei nostri momenti difficili. L’amore vince su tutto, come Gesù che ha vinto con l’amore della Croce.

Cristiano Sabatini

©Riproduzione riservata

>>> Medjugorje. Il cantico dell’Amore di Don Renzo Lavatori è in vendita su Amazon.it 

 

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]