Don Angel, il Parroco di Madrid, toglie ai ricchi per donare ai poveri, scopriamo come

 

 

Il concetto di caffè sospeso fa ormai parte della tradizione di Napoli, un usanza che si ascrive alla generosità insita nell’animo partenopeo che permette a chi in quel momento non ha disponibilità economica di gustarsi un caffè.

Lo stesso concetto è stato applicato per la prima volta in Europa ai pasti da un sacerdote spagnolo, Don Ángel García Rodríguez, il quale nel mese di dicembre dello scorso anno ha aperto un ristorante per i senza tetto: il Robin Hood. Ispiratosi alla nota vicenda del ladro che rubava ai ricchi per donare ai poveri, il parroco di Madrid ha deciso di fornire un servizio di qualità anche a chi non può permetterselo: “Voglio che i senzatetto mangino con la stessa dignità di ogni altro cliente, con la stessa qualità, con bicchieri di cristallo e in un’atmosfera di amicizia e dialogo” ha dichiarato Don Garcia a ‘Npr’.

Ogni giorno i clienti paganti hanno la possibilità di aggiungere un extra al proprio conto che copre una parte o l’intero pranzo per un’altra persona. Con gli extra raccolti, il Robin Hood prepara una intera cena con primo secondo contorno e bevande interamente offerta alle persone povere. Inoltre, per rispettare la sensibilità del cliente, è possibile consumare il pasto nella modalità che si desidera, sia sul posto che a portar via.

Il servizio offerto dal Robin Hood si incanala nelle tante attività che l’associazione umanitaria del Sacerdote, Mensajeros de la Paz, svolge da oltre 50 anni. Oltre al cibo, il ristorante offre il servizio wi.-fi gratuito e la possibilità, a chi ne ha bisogno, di effettuare delle chiamate. I bisognosi potranno usufruire anche della Chiesa di cui Don Garcia è sacerdote che si trova vicino al locale, questo, infatti, l’ha messa a disposizione di chiunque abbia necessità di un luogo dove dormire o semplicemente di ripararsi dal freddo e per chi vuole godersi la televisione per una sera.