Diversi accorgimenti per tenere lontano il demonio

 

diavolo-di-mergellima-s-maria-del-parto

Una delle maggiori preoccupazioni dei fedeli è quella di come tenere lontano dalla propria vita e da quella dei propri cari l’influenza del Demonio. Questo timore si acuisce in chi, dopo un periodo di possessione, è stato liberato dai demoni con un esorcismo. L’esorcismo, d’altronde, serve a scacciare il demonio (o i demoni) dal corpo di una persona posseduta, ma non offre la garanzia che questi non possa tornare a prendere possesso del suo corpo, persino nella Bibbia viene raccontato come una legione di demoni ha cercato di impossessarsi di una persona appena liberata.

 

Proprio per questo motivo, gli stessi esorcisti, alla  fine di un processo di liberazione, consigliano ai soggetti posseduti di effettuare delle pratiche per tenere al sicuro la propria anima da altri demoni:

 

  • Il primo modo per tenere lontano il demonio da noi è quello di presenziare costantemente ai sacramenti della confessione e dell’Eucaristia. Ogni soggetto diviene tanto più attaccabile quanto più si distanzia da Dio, la mancanza di assoluzione dai peccati, specie se peccati mortali, avvicina a noi il Demonio. Questo può essere evitato con la confessione, se il fedele si confessa costantemente il peccato viene assolto da Dio e l’anima ne risulta purificata. Ancora maggior vigore ha l’assunzione dell’eucaristia, dentro l’Ostia, infatti, è contenuto il corpo di Cristo ed accettarlo scaccia il demonio con effetto immediato.
  • Questa abitudine dev’essere associata ad una vita di preghiera coerente. Se ci si va a confessare e si prende la comunione con regolarità, bisogna anche avere un rapporto con Dio che esuli dalle pratiche svolte in Chiesa. Gli esorcisti infatti consigliano a questi soggetti di approntare un programma di preghiera giornaliero diviso tra lettura delle sacre scritture, un rosario al giorno ed altre preghiere private. Questo permette loro di avere un dialogo costante con Dio e di mettere i demoni fuori dalla loro vita.
  • A queste abitudini quotidiane è bene associare anche qualche giorno di digiuno, chiaramente in maniera compatibile con i propri impegni, questa pratica purifica lo spirito, ma perché abbia un senso non si può limitare al periodo di quaresima.
  • Infine i sacramentali, gli esorcisti utilizzano diversi sacramentali (l’esorcismo stesso è uno di essi) come l’Acqua Santa e lo scapolare benedetto. Al di fuori dell’esorcismo, essi esortano i fedeli a tenerne qualcuno in casa (Principalmente l’Acqua Santa ed il Sale benedetto) e a portarli sempre con se, per scacciare eventuali presenze maligne.

 

 

Se avete timore che il Diavolo possa essere presente nelle vostre abitazioni o che possa possedere voi o qualcuno a voi caro fareste bene a seguire questi quattro metodi, perché che terranno lontano qualsiasi demonio (anche Satana in persona) e che vi metteranno sulla strada della beatitudine.