“Diteglielo che le voglio veramente bene”. le ultime parole di David il ragazzo di Terni ucciso barbaramente.

terni-ragazzo-ucciso-david-raggi-people-colpo-di-bottiglia-rotta

TERNI È stato soccorso subito da un medico ternano presente nel locale, ma a nulla è servito. David è morto in pochi secondi, sufficienti però per chiedere ai soccorritori di dire “alla mia mamma che le voglio veramente bene”. Momenti strazianti, dove un’intera comunità viene travolta da un episodio terribile. Il tutto perché quel marocchino, espulso un anno fa dall’Italia con provvedimento di una questura marchigiana, era ubriaco. Forse non solo alcol ma anche droga, lo stabiliranno in questi minuti le analisi fatte. Un marocchino che si rivolge a David dicendo: “Che fai, mi guardi?”. Sufficiente per colpire e uccidere il 27enne ternano. Poi tutto precipita in pochi secondi, con il dramma che si consuma davanti gli occhi di diverse persone. Il disperato tentativo di salvarlo da parte del medico presente sul posto, l’arrivo del 118 e i tentativi inutili di tenerlo in vita. Ma il pensiero piu bello è per la mamma: “Diteglielo che le voglio veramente bene”. Sono queste le ultime parole del giovane volontario della Croce Rossa di Terni che sentiva di dover morire, il ragazzo era molto conosciuto e amato in città.

image

Chiede giustizia per la morte di David, ma allo stesso tempo non vuole che la sua morte non diventi un simbolo dell’odio razzista. Diego Raggi, fratello del 27enne ucciso da un immigrato ubriaco a Terni, già espulso dall’Italia nel 2007, non cerca la vendetta. “Voglio che la morte di mio fratello serva a qualcosa. Voglio che la mia famiglia sia l’ultima a soffrire per una cosa del genere”. Non voglio però che la vicenda venga strumentalizzata. Non voglio che David diventi il simbolo della lotta all’immigrato. Lui non lo avrebbe mai permesso, non accetterebbe che la sua morte servisse a far partire una campagna di odio contro gli stranieri”.

Nel video la testimonianza commovente di un amico che lo ricorda: