Diciamo addio alla mamma di Bea, la bimba “pietrificata”

La storia di Stefania Fiorentino e di sua figlia Bea aveva commosso l’Italia intera, Stefania era una donna ostinata e generosa che finché ha potuto ha regalato alla figlioletta un’esistenza il più possibile normale. Parliamo al passato di Stefania perché “Mamma Coraggio” si è spenta ieri sera, sconfitta da un cancro al seno con cui ha lottato per anni e con cui credeva di aver vinto.

A comunicare la triste notizia è la famiglia di questa giovane e coraggiosa donna che sulla pagina Facebook ‘Il mondo di Bea’, nata proprio per far conoscere la patologia da cui era affetta la figlia, scrive: “Vorremmo trovare le parole giuste, ma purtroppo non ci sono. Stefania, la mamma di Bea, ci ha lasciato questa sera. Di fronte a un momento così difficile, sono certa che rispetterete il nostro silenzio”.

La piccola Bea è affetta da una malattia talmente rara da non avere un nome né tanto meno una cura: la piccola è prigioniera del suo corpo, le sue giunture si sono calcificare bloccando i suoi arti. La diagnosi non aveva scoraggiato Stefania che per otto anni, insieme al marito, ha fatto di tutto per rendere la vita di Bea indimenticabile. Grazie alla pagina Facebook di cui sopra, la donna era persino riuscita a farle conoscere il suo idolo, Emma Marrone.

La cantante uscita da ‘Amici’ si è subito affezionata a Bea ed alla sua storia ed oggi, dopo aver scoperto della morte della mamma, le ha voluto dedicare un post in ricordo: “Mia cara Stefy, questa notizia mi ha spezzato il cuore. Non ho parole, ho solo un grande senso di vuoto. Grazie per tutto ciò che mi hai sempre trasmesso, il tuo affetto sincero, la tua forza, il tuo infinito coraggio e la voglia di vivere! Mi mancherai da morire amica mia. Un grande abbraccio ad Ale e alla mia piccola Bea”.

Quello di Emma è solo il più celebre dei messaggi di affetto e cordoglio che gli italiani hanno dedicato alla ‘Mamma coraggio’. Sulla pagina si leggono, infatti, numerosi messaggi in cui Stefania viene indicata come un esempio ed altri in cui si legge il dispiacere per una vita che è stata molto ingiusta nei suoi confronti: se non bastasse la malattia della figlia, si è aggiunta la lotta personale contro il cancro al seno, sconfitto una volta e ripresentatosi in maniera aggressiva. I funerali si terranno a Torino giorno 8 agosto nella chiesa di Santo Volto.