Da Medjugorje un appello: figli, non perdete tempo!

Una rilettura insieme a Saverio Gaeta di tutti i Messaggi della Regina della Pace dati alla veggente Mirjana di Medjugorje il 2 del mese.

Medjugorje Saverio Gaeta

Con Saverio Gaeta, giornalista vaticanista, scrittore e saggista italiano, abbiamo deciso di ripercorrere i preziosi inviti che la Madonna ci ha rivolto, per il tramite della veggente Mirjana, attraverso una rilettura di tutti i messaggi del 2 di ogni mese fino all’ultimo del 2 Marzo 2020. In totale di 183 messaggi donati in questa apparizione straordinaria.

La Madonna a Medjugorje il 18 marzo scorso, ha annunciato a Mirjana che non le apparirà più con cadenza mensile. Si è concluso così il ciclo delle apparizioni di ogni 2 del mese, come predetto dalla Vergine. Un fatto che segna la fine di un tempo di particolare Grazia. Mentre l’apparizione del 18 Marzo a Mirjana durerà per tutta la sua vita.

Medjugorje: il punto di Saverio Gaeta

I MESSAGGI DEL 2009 A MIRJANA
In giorni faticosi come quelli che stiamo vivendo, la voce della Regina della Pace ci sollecita all’essenziale: «Non permettete che la tenebra vi avvolga», perché «anche nella tenebra più fitta troverete la strada». Lei ci garantisce la sua costante presenza «per mostrarvi la via che vi aiuterà a conoscere l’amore di Dio.

Amore di Dio che vi ha permesso di sentirlo come Padre e invocarlo come Padre». E vale anche in questo tempo pasquale ciò che in quell’anno sottolineò in vista del Natale: «In questo tempo di preparazione e di gioiosa attesa, io come Madre desidero indicarvi ciò che è più importante: la vostra anima».

Medjugorje Mirjana
La veggente Mirjana – foto collezione privata Saverio Gaeta

Spunti di meditazione

Lo ricordo ogni giorno per chi dovesse leggermi per la prima volta. Mi sono proposta la rilettura di tutti i messaggi dati alla veggente Mirjana di Medjugorje, il 2 del mese, che Saverio Gaeta ha raccolto, anno per anno.  E ho scelto di farlo in questo particolare tempo di Quaresima, contrassegnato dall’emergenza del Coronavirus che ha costretto la maggior parte di noi a casa. E allora quale migliore occasione per meditare i messaggi della Regina della Pace, un esercizio spirituale a pieno titolo. E’ un proposito che consiglio a tutti perché fa davvero bene all’anima.

Il 2009 è un anno molto importante per me, era la prima volta che andavo in pellegrinaggio a Medjugorje. Era il 13 maggio, anniversario dell’apparizione della Madonna a Fatima, e si schiudeva davanti ai miei occhi un mondo che ignoravo, toccavo con mano la fede viva di giovani, coppie, famiglie, persone di tutte l’età. Era l’inizio della conversione della mia vita.

Oggi, rileggere i messaggi di quell’anno mi fa un certo effetto, e ringrazio Maria, nostra Madre, per avermi chiamata alla sequela di suo figlio Gesù. Il primo messaggio del 2009 a Medjugorje, è tutto indirizzato ai più lontani, ai più distratti, e tra quelli c’ero anch’io. La Madonna ci invita a determinarci per una nuova vita e ci promette che se seguiremo suo Figlio, e faremo davvero sul serio con Lui non ci perderemo:”Anche nella tenebra più fitta troverete la strada. Figli miei decidetevi per la vita nuova con il nome del mio Figlio sulle labbra“. 

Qual è il senso del vivere

Ogni messaggio è un rinnovato invito a fidarci del Signore ad aprirGli il nostro cuore. E in particolare mi colpisce il richiamo della Madonna a Medjugorje nel messaggio del 2 febbraio:“Non perdete tempo, figli, perché non ne siete padroni”.  Parole che ci ricordano quelle di Gesù nel Vangelo di Matteo:”E chi di voi, per quanto si dia da fare, può aggiungere un’ora sola alla sua vita?“. Sappiamo che Lei non è venuta a dirci cose nuove ma a ricordarci ciò che suo Figlio ci ha detto più di 2000 anni fa. Ma noi lo abbiamo ignorato completamente, come se fosse qualcosa che appartiene a un passato lontano, che non ci riguarda più.

L’emergenza che stiamo attraversando ci ha messo tutti, senza alcuna distinzione, di fronte alla precarietà della nostra esistenza. Nel male di quello che sta accadendo siamo invitati a riscoprire il vero senso della vita, ora che tutto quello che la riempiva fuori da noi stessi è venuto meno Ora dobbiamo cercare dentro. E non sprecare neanche un attimo di questo tempo che ci è offerto per ritrovare la via della vita vera.

Avvento aurora medjugorje

Medjugorje: la raccolta dei Messaggi della Regina della Pace – Anno 2009

2 gennaio: «Cari figli, mentre la grande grazia celeste si spande su di voi, il vostro cuore rimane duro e senza risposta. Figli miei, perché non mi date completamente i vostri cuori? Io voglio solo mettere in essi la pace e la salvezza: mio Figlio. Con mio Figlio la vostra anima sarà indirizzata verso le mete più nobili e non vi perderete mai. Anche nella tenebra più fitta troverete la strada. Figli miei decidetevi per la vita nuova con il nome del mio Figlio sulle labbra. Vi ringrazio».

2 febbraio: «Cari figli, oggi con cuore materno desidero ricordarvi, cioè avvertirvi dell’immenso amore di Dio e della pazienza che scaturisce da esso. Il vostro Padre mi manda e aspetta. Aspetta i vostri cuori aperti pronti per le sue opere. Aspetta i vostri cuori uniti nell’amore cristiano e nella misericordia nello spirito di mio Figlio. Non perdete tempo, figli, perché non ne siete padroni. Vi ringrazio».

2 marzo: «Cari figli, sono qui in mezzo a voi. Guardo nei vostri cuori feriti e inquieti. Vi siete persi, figli miei. Le vostre ferite del peccato diventano sempre più grandi e sempre di più vi allontanano dalla vera verità. Cercate la speranza e la consolazione nei posti sbagliati, invece io vi offro la sincera devozione che si nutre di amore, di sacrificio e di verità. Io vi do mio Figlio».

Poveri figli miei, guardatevi intorno e osservate i segni del tempo.

2 aprile: «Cari figli, l’amore di Dio è nelle mie parole. Figli miei, è l’amore che desidera volgervi alla giustizia e alla verità. È l’amore che vi vuole salvare dalle vostre illusioni. E voi, figli miei? I vostri cuori rimangono chiusi. Sono duri. Non rispondete alle mie chiamate. Non sono sinceri. Con Cuore materno prego perché voglio che voi tutti risuscitiate in mio Figlio. Vi ringrazio».

2 maggio: «Cari figli, già da lungo tempo vi do il mio Cuore materno e vi porgo mio Figlio. Voi mi rifiutate. Permettete che il peccato vi avvolga sempre di più. Permettete che vi conquisti e vi tolga la capacità di discernimento. Poveri figli miei, guardatevi intorno e osservate i segni del tempo. Pensate di poter vivere senza la benedizione di Dio? Non permettete che la tenebra vi avvolga. Anelate dal profondo del cuore a mio Figlio. Il suo nome dissipa la tenebra più fitta. Io sarò con voi, voi solo chiamatemi: “Eccoci Madre, guidaci!”. Vi ringrazio».

2 giugno: «Cari figli, il mio amore cerca il vostro amore totale e incondizionato che non vi lascerà identici, ma vi cambierà e vi insegnerà la fiducia in mio Figlio. Figli miei, col mio amore io vi salvo e vi rendo veri testimoni della bontà di mio Figlio. Perciò, figli miei, non abbiate paura di testimoniare l’amore nel nome di mio Figlio. Vi ringrazio».

Medjugorje, Mirjana rivela il destino dei bambini abortiti
(Websource/Archivio)

Non rinunciate alla salvezza e alla vita eterna

2 luglio: «Cari figli, io vi chiamo perché ho bisogno di voi. Ho bisogno di cuori pronti a un amore immenso. Di cuori non appesantiti dalla vanità. Di cuori che sono pronti ad amare come ha amato mio Figlio, che sono pronti a sacrificarsi come si è sacrificato mio Figlio. Ho bisogno di voi. Per poter venire con me, perdonate voi stessi, perdonate gli altri e adorate mio Figlio. Adoratelo anche per coloro che non l’hanno conosciuto, che non lo amano. Per questo ho bisogno di voi, per questo vi chiamo. Vi ringrazio».

2 agosto: «Cari figli, vengo per mostrarvi con amore materno la strada per la quale dovete andare per essere quanto più simili a mio Figlio, e con ciò stesso più vicini e più graditi a Dio. Non rifiutate il mio amore. Non rinunciate alla salvezza e alla vita eterna a causa della caducità e della vanità di questa vita. Sono in mezzo a voi per guidarvi e come Madre vi ammonisco. Venite con me».

2 settembre: «Cari figli, oggi vi invito con cuore materno a imparare a perdonare completamente e senza condizioni. Voi soffrite ingiustizie, tradimenti e persecuzioni, ma per questo siete più vicini e più cari a Dio. Figli miei, pregate per il dono dell’amore, solo l’amore perdona tutto, come ha fatto mio Figlio, seguite Lui. Io sono in mezzo a voi e prego perché quando sarete di fronte al Padre possiate dire: “Eccomi Padre, ho seguito tuo Figlio, ho amato e perdonato col cuore perché credevo nel tuo giudizio e confido in te”».

Medjugorje: Io sono con voi perché Lui nella sua misericordia mi manda.

2 ottobre: «Cari figli, intanto che vi guardo, il mio cuore si stringe dal dolore. Dove andate figli miei? Siete così tanto immersi nel peccato che non sapete fermarvi? Vi giustificate con il peccato vivendo in esso. Inginocchiatevi davanti alla croce e guardate mio Figlio. Lui ha sconfitto il peccato ed è morto affinché voi, figli miei, possiate vivere. Permettetemi di aiutarvi, affinché non moriate, ma viviate con mio Figlio per sempre. Vi ringrazio».

2 novembre: «Cari figli, anche oggi sono tra voi per mostrarvi la via che vi aiuterà a conoscere l’amore di Dio. Amore di Dio che vi ha permesso di sentirlo come Padre e invocarlo come Padre. Da voi aspetto che, con sincerità, guardiate nei vostri cuori e vediate quanto lo amate. È l’ultimo a essere amato? Circondati dai beni, quante volte lo avete tradito, negato e dimenticato? Figli miei, non illudetevi con i beni terreni. Pensate all’anima quale più importante del corpo. Purificatela. Invocate il Padre. Lui vi aspetta, ritornate da Lui. Io sono con voi perché Lui nella sua misericordia mi manda. Vi ringrazio».

2 dicembre: «Cari figli, in questo tempo di preparazione e di gioiosa attesa, io come Madre desidero indicarvi ciò che è più importante: la vostra anima. Può nascere in essa mio Figlio? È purificata con l’amore dalla menzogna, dalla superbia, dall’odio e dalla malvagità? La vostra anima ama al di sopra di tutto Dio come Padre e il fratello in Cristo? Io vi indico la strada che innalzerà la vostra anima all’unione completa con mio Figlio. Desidero che mio Figlio nasca in voi. Che gioia per me, la Madre. Vi ringrazio».

Simona Amabene

@Riproduzine riservata

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: redazione@lalucedimaria.it