Coronavirus: Card. Bassetti migliora ed esce dalla terapia intensiva

Il cardinale Gualtiero Bassetti è uscito dalla terapia intensiva ed ora si trova nel reparto Covid dell’ospedale Santa Maria della Misericordia, a Perugia. Una bella notizia che ci rincuora. 

Il card. Bassetti è stato dimesso dalla Terapia intensiva
photo web source

Il presidente della Cei, ricoverato dal 31 ottobre, dopo un aggravamento complessivo del suo stato di salute, il 3 novembre, era stato portato in rianimazione.

Poi lunedì scorso, i vescovi italiani, avevano invitato i fedeli a pregare per lui e per tutti i malati. I dottori riferiscono di un “lieve miglioramento” delle sue condizioni. Ma sufficiente affinché venisse dimesso dalla Terapia intensiva. Per farlo tornare nel reparto di medicina.

Le condizioni di salute del card. Bassetti

“Una notizia confortante, anche se la situazione rimane delicata, il quadro clinico resta comunque serio e il cardinale necessita di un costante monitoraggio e di cure appropriate. Per questo è necessario proseguire incessantemente nelle preghiere per il nostro pastore, tutti i malati e gli operatori sanitari che si prendono cura di loro”, commenta con sollievo il vescovo ausiliare, Monsignor Marco Salvi.

Proprio lui, a sua volta positivo al Covid ma asintomatico, martedì sera aveva ricevuto un’inaspettata telefonata da Papa Francesco che gli ha consegnato un messaggio per il cardinale Gualtiero Bassetti. E poi il Santo Padre ha aggiunto un sentito incoraggiamento:“Forza, forza, forza!”.

cardinale bassetti

Teniamo stretti nella preghiera il card. Bassetti e tutti i malati, di ogni patologia, e tutti i medici, gli infermieri e gli operatori sanitari che sono ogni girono a contatto con la sofferenza perché possano compiere la loro missione con spirito di servizio e amore.

Simona Amabene

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]