Coronavirus: con le zanzare aumenta il rischio contagio? Risponde l’esperto

    Anche se l’emergenza per scongiurare il contagio da Coronavirus cedesse il posto a misure meno restrittive, l’estate ci sorprenderà con le mascherine, probabilmente.

    photo web source

    E, con la bella stagione, arriveranno anche le zanzare. I temutissimi insetti succhiasangue -che già solitamente ci fanno ribrezzo- quest’anno potrebbero essere ancora più fastidiosi.

    In molti si stanno chiedendo se possono essere portatrici di Cororavirus e la domanda non è poi così assurda.

    Al momento, Il dottor Giovanni Rezza, Direttore del Dipartimento di Malattie Infettive dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS), ci tranquillizza: Questo non è un virus che si trasmette per vettori (come potrebbe essere la zanzara), ma è il classico virus respiratorio, quindi viene trasmesso attraverso le goccioline di saliva dette goccioline di flug”. Il Coronavirus, infatti, è poco presente nel sangue dell’uomo infetto ed attacca prevalentemente l’apparato respiratorio.

    Coronavirus: cosa accade se una zanzara ci punge

    La zanzara infila il pungiglione nella nostra pelle e rilascia una sostanza anestetica e anticoagulante, che scioglie maggiormente il sangue, per farlo passare facilmente dal pungiglione al suo stomaco. Questo è l’unico momento in cui un virus potrebbe passare dalla zanzara all’uomo. Per farlo, però, dovrebbe prima arrivare allo stomaco dell’insetto (tramite il sangue di un’altra persona -supponiamo infetta), resistere ai succhi digestivi, giungere alle ghiandole della zanzara che producono la sostanza iniettata all’uomo. In altre parole, la zanzara stessa e tutto il suo essere dovrebbero essere intrisi, contagiati, da Covid-19.

    Tanto per cominciare, diciamo che sia la Sars che l’HIV non resistono a questo percorso. Ed inoltre, ad oggi, non esistono studi che facciamo pensare che per il Coronavirus sia differente.

    Disinfettanti Coronavirus
    photo web source

    Dunque -sottolineiamolo- non esistono dati che possano far pensare a questa terribile eventualità, né situazioni che potrebbero far supporre una mutazioni del Covid-19 e la relativa propagazione da insetto ad uomo. Ci tranquillizzi anche sapere che una zanzara vive meno di una settimana, ossia un tempo molto inferiore a quello di incubazione del Coronavirus!

    Antonella Sanicanti

    Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

    La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]