“Ho sentito una voce: Guarirai”. Medico miracolato dal Coronavirus

Un miracolo al tempo del Coronavirus? L’episodio è accaduto a Napoli ad un medico chirurgo colpito da Covid-19, il primario del Fatebenefratelli.

(Websource Archivio)

Gianni Barone stava per essere intubato quando improvvisamente è guarito dal virus: “E’ stato un miracolo. Sono guarito dal Coronavirus”.

Napoli: il miracolo contro il Coronavirus

Il Coronavirus non può battere Dio e i suoi miracoli. Ed è proprio di un miracolo quello che stiamo per raccontarvi, che ha per protagonista il primario di chirurgia dell’ospedale “Fatebenefratelli” di Napoli: “Ho visto una luce, sentito calore e udito una voce indecifrabile che mi ha detto che sarei guarito” – inizia così il racconto.

“Ho sentito una voce: Guarirai”

Gianni Barone, primario di chirurgia, aveva contratto il Coronavirus. La situazione non era delle migliori, tanto che stava per esser sottoposto, prima dell’intubazione, alla terapia sperimentale del Dottor Ascierto. Ma, ad un certo punto, è accaduto qualcosa: “Non miglioravo e volevano portarmi in terapia intensiva.

In piena notte ho avuto una visione e sentito una voce. Avevo I brividi per la febbre e sono stato avvolto come da una luce e un calore. Sento una voce indecifrabile, che mi dice ‘stanotte guarirai”.

Il racconto, durante un’intervista al quotidiano Il Mattino, commuove lo stesso Dottor Barone: “Ho iniziato a sudare tanto. Non riuscivo a tornare a letto tanto ero zuppo di sudore. Ma dall’altro lato ero guarito. Niente più tosse, saturavo benissimo e la febbre era scesa a 35,8 senza tachipirina e non è più risalita. Ero guarito come mi aveva detto quella voce”.

Napoli: lo stupore per la sua miracolosa guarigione

Lo stupore per ciò che gli era accaduto aveva colpito davvero tutti, anche il personale del reparto dove era ricoverato: “La primaria mi ha detto che non si vergognava a dirlo ma ero un miracolato. Mi ha visitato e la polmonite era sparita. Ho fatto il tampone ed era ancora parzialmente positivo ma ero clinicamente guarito e dunque mi hanno dimesso” – ha concluso il primario.

Ora il medico prosegue la sua quarantena a casa e sta bene.

Dio è più forte e potente del Coronavirus: ha ascoltato e continua ad ascoltare le preghiere di tanti ammalati ed accompagnerà, uno per uno, per mano, fuori da questo tunnel. Basta solo avere fede.

ROSALIA GIGLIANO

Fonte: ilmattino.it/ ilriformista.it

Leggi anche: Coronavirus: la preghiera, da recitare oggi, a San Giuseppe Moscati

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]