Coronavirus: primo farmaco in Europa. Il comunicato dell’EMA

Coronavirus: l’Agenzia Europea dei medicinali ha annunciato importanti novità per il lancio del primo farmaco in Europa.

Farmaco
Farmaco (photo Pixabay)

L’Ema (Agenzia Europea dei medicinali) potrebbe, nel giro di poche settimane, autorizzare il primo trattamento per il nuovo Coronavirus in Europa. La notizia è stata riportata dall’agenzia di informazione Adnkronons e rappresenta una grande speranza per milioni di cittadini. In base a quanto si apprende l’Ema ha fatto sapere di aver ricevuto la domanda per la messa in commercio del farmaco antivirale “remdesivir”, in qualità di potenziale terapia contro il Covid-19.

Coronavirus: le novità sul potenziale primo farmaco

Come riporta Adnkrsonos, l’Agenzia Europea dei medicinali ha fatto sapere che la decisione sul via libera della nuova terapia potrebbe essere rilasciata nell’arco di qualche settimana. Naturalmente, fa sapere l’Ema, i tempi sono così ristretti perché diversi test sono già stati effettuati. C’è stato infatti un primo ciclo di test, che ha avuto luogo nel periodo tra il 30 aprile e il 15 maggio. In cosa consiste l’iter di valutazione dei test?

I test per la valutazione del farmaco

In base a quanto si apprende, la prima valutazione è stata effettuata dal Prac, ovvero il Comitato per la sicurezza dell’Ema. Le misure studiate sono finalizzate all’identificazione, alla caratterizzazione e, dunque, alla minimizzazione dei rischi che il farmaco può portare. Il Prac ha fatto sapere che continuerà in questo periodo a valutare questo tipo di dati sulla sicurezza.

Valutazione su rischi e benefici

Dal momento in cui i dati permetteranno di confermare che i benefici di remdesivir sono superiori ai rischi nel trattamento del nuovo Coronavirus, allora l’Ema potrà collaborare con la Commissione Europea per far sì che il farmaco possa essere messo in commercio in tutti i Paesi membri dell’UE.

Il parere dei pediatri

Sui test di valutazione del potenziale farmaco si è espresso anche il Pdco. Come riporta Adnkronos, il Comitato Ema per i medicinali pediatrici ha espresso il suo parere “sul piano di indagine pediatrica dell’azienda”. L’indagine ha il fine di descrivere come studiare e, dunque, sviluppare il farmaco per l’uso infantile.

Le funzioni del farmaco

Come la fonte ci ricorda, il remdesivir è un antivirale, che, momentaneamente, è in fase di studio per la terapia contro il nuovo Coronavirus. Il medicinale, che tende ad interferire con la produzione di carica virale, ha, al momento, dimostrato una certa attività contro diversi virus Rna. Infatti, il medicinale nasceva originariamente per contrastare il virus Ebola. Si attendono dunque importanti aggiornamenti sulle valutazioni dei vari test che, come annunciato da Ema, avverranno nel giro di qualche settimana.

Fabio Amicosante

Segui tutte le nostre News anche attraverso il nuovo servizio di Google News, CLICCA QUI

 

 

 

 

 

 

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]