Vangelo di sabato 18 settembre: riflessione di Paolo de La Luce di Maria – Video

Dove hai messo Dio? Quello è il seme! Dove l’hai piantato? Quanto è importante per te Gesù? Su questo dobbiamo lavorare.

Riflessioni di Paolo de La Luce di Maria

Gesù è colui che semina, ma è proprio il seme, oltre che il seminatore. Questo seme noi lo dobbiamo piantare bene nella nostra vita oltre che nel nostro quotidiano. Infatti, Gesù descrive vari tipi di persone che si avvicinano a lui, ma dopo si smarriscono.

C’è chi crede fino a che tutto va bene, c’è chi crede fino alla prova, alla preoccupazione, quello che crede fino a che non arrivano le tentazione e i piaceri del mondo, e poi chi crede e lo semina nel terreno buono, dal profondo del suo cuore, vivendo con Cristo un rapporto prioritario. Proprio questo è il perno sul quale dobbiamo valutare il rapporto con Cristo, con Gesù.

Le preoccupazione del mondo che allontanano da Gesù

Anche a me oggi capita di avere tanti pensieri, tante distrazioni, tante tentazioni, perché la vita è questa, è un continuo. Anche la situazione che stiamo vivendo, è evidente che ha alterato molto il nostro cammino di fede e molte persone si sono allontanate anche dai Sacramenti, per la paura di prendersi qualcosa.

Quindi, se hai paura di andare a prendere il Corpo di Cristo, è chiaro che quel seme è piantato male. Ho voluto fare questo esempio che secondo me è molto pratico, molto tangibile. Ci sono molte persone che, da quando è subentrato il Covid, la Chiesa se prima un po’ la frequentavano, l’hanno proprio “parcheggiata”.

Questo esempio ci può aiutare. Ma il “Covid” qui può diventare la tua vita piena di impegni, può diventare le tue tentazioni, può diventare il fatto che ti sei impigrito. Sono mille e mille i punti sui quali questo seme è piantato superficialmente. È evidente che Gesù ci avvisa, ci fa capire che questa occasione va sfruttata. Non so come dire, ma ho conosciuto tante persone di fede, alcune delle quali si sono anche convertite: a Messa tutte le domeniche, il Rosario quasi tutti i giorni, cammini di fede, hanno pure ricevuto grandi grazie…

L’azione del maligno nella fede personale

È arrivato il Covid, e a Messa non ci vanno più. “Sai, il rischio”… Ma come, ti sei fatto il vaccino, hai ricevuto magari il miracolo di aver ritrovato la tua famiglia, però il Signore può aspettare?! Perché? È quello il seme piantato in modo approssimativo. Lo hai messo quando ti serviva. Quando ti serviva hai pregato, pellegrinaggi a Medjugorje, poi, dopo aver ricevuto una grazia, è arrivato il Covid, e ora “di andare a Messa meglio che me ne guardo, non si sa mai…”, niente più Confessione, ed è finita.

Lì il diavolo ti ha “fregato”. Infatti la parola dice che arriva il diavolo e ti toglie la Parola di Dio. Il diavolo come te la toglie? Così! Magari fino a ieri ti leggevi il Vangelo, facevi una preghiera, ti mettevi a dire una decina del Rosario, una Coroncina, a fare un atto di carità, e ora ti ritrovi che invece del Vangelo stai leggendo un articolo, oppure guardi una bella donna, oppure un bel vestito, oppure ti sei fatto prendere da un videogioco.

Dove hai “messo” Dio?

Dove hai messo Dio? Quello è il seme! Dove l’hai piantato? Quanto è importante per te Gesù? Questo ci dice oggi Gesù, ed è questo che dobbiamo lavorare, perché è in base a questo che noi abbiamo la possibilità di entrare in relazione piena con lui e di vivere i doni che, già oggi un cammino, di fede piena ci può offrire.

Allora ci dobbiamo confrontare con la verità e non con i nostri pensieri. Ci dobbiamo confrontare con colui che ci dice come si deve credere: piantare Gesù nel profondo dei nostri cuori. Allora lì vedremo le grazie, vedremo l’opera di Dio nella nostra vita e attraverso questo seme ben piantato vedremo meraviglie.

Sia lodato Gesù Cristo.

Redazione

Paolo è il fondatore della Luce di Maria, è un laico, padre di famiglia e sposato in chiesa.
Tutte le sere alle ore 00:00 recita in diretta Facebook e Youtube de La Luce di Maria, il Santo Rosario che accompagna con delle riflessioni spontanee sulla Parola del Vangelo del giorno a venire.

La completezza dell'Informazione è nell'interesse di tutti. Per questo ti chiediamo di suggerire integrazioni o modifiche e di segnalare eventuali inesattezze o errori in questo o in altri articoli di Lalucedimaria.it scrivendoci al seguente indirizzo: [email protected]