Marco Columbro pensa che Gesù sia un alieno?

 

Una singolare interpretazione degli eventi storici e di come si sono svolti vorrebbe gli alieni presenti nelle nostre vite umane.

E le ultime rivelazioni di un noto personaggio lascino davvero allibiti e senza alcuna parola per replicare: “Chi si occupa di spiritualità come me si occupa anche di vita tout court. Io non credo che esista solo l’uomo in questo pianetino immerso in miliardi di altre galassie. Pure Papa Francesco, due anni fa, ha fatto una dichiarazione pazzesca passata sotto silenzio: “Noi dobbiamo portare nel nostro cuore gli insegnamenti di un essere alieno, il cui nome era Gesù”. Nel Vangelo stesso, quello di Giovanni, è riportata una frase di Gesù: “Io non sono di questo mondo, dove vado io voi non potete venire. Io sono di lassù, voi siete di quaggiù”. Più chiaro di così!? Se il Papa ha detto una cosa del genere è solo perché sa che prima o poi ci sarà un contatto con questi esseri. E sarà più prima che poi”.
Sono parole che il conduttore Marco Columbro ha dichiarato al settimanale Spy, lasciando intendere la sua concezione della spiritualità e la sua lettura delle parole dei potenti.
Tra questi c’è, secondo Columbro, anche il Papa, insieme ad altri esponenti del mondo politico internazionale, che, sin dagli anni 40, sarebbero a conoscenza delle influenze degli alieni sul nostro pianeta e della loro massiccia presenza.

Columbro dice di poter fare queste affermazioni, dopo aver personalmente condotto una serie di ricerche, grazie alle quali è venuto a conoscenza dei fatti: “Mi ritengo un libero ricercatore dello spirito da 35 anni. Ho avuto il privilegio di conoscere vari maestri spirituali, compreso il Dalai Lama, ma non seguo nessuna religione, sia chiaro: non sono buddista. A me interessano gli esseri umani, specie se illuminati e migliori di me, e i loro insegnamenti”.
Che dire? Nella concezione dei cristiani -senza voler disilludere Columbro- quando Gesù parlò di Regno “non di questo mondo”, si riferiva al luogo dove risiede Dio e dove tutti lo raggiungeremo, dopo la morte!