Cancellara: “il paese più longevo al mondo”

100_anni_cancellara_1

Cancellara, un suggestivo borgo lucano di 1.300 anime, ha dato alla luce una nuova centenaria, la sesta del paesino. Si chiama Carminella Rienzi e il 30 novembre ha raggiunto un traguardo importante, stretta intorno a lei tutta la sua famiglia al completo Carminella ha festeggiato il suo centesimo compleanno spegnendo le candeline.

I festeggiamenti organizzati apposta per lei si sono protratti fino a tarda serata è l’anziana donna non si è tirata indietro partecipando con gioia. La sorpresa più grande l’ha avuta il giorno dopo con la visita non prevista del sindaco del paese Antonio Lo Re, che le ha fatto gli auguri a nome di tutto il paese e come attestato di affetto gli ha regalato una pergamena celebrativa che rappresenta la stima incondizionata di tutta la popolazione verso di lei. Nonna Rienzi è nata  nel lontano 1914  all’inizio della prima Guerra Mondiale tra miseria e pestilenze, in una realtà contadina dove il lavoro duro era il pane quotidiano, una realtà non facile ma la sua tenacia ha avuto il sopravvento sulle difficoltà del vivere quotidiano. Con molti sacrifici ha cresciuto cinque figli che ora sono tutti sistemati e ancora oggi sono il suo orgoglio.

nonna Carminella e il sindaco di Cancellara

La sua mente è ancora lucidissima e la salute non gli manca questo le ha permesso di godere appieno di questo speciale momento di grazia nella piena consapevolezza del dono ricevuto. Il primo cittadino di Cancellara non è certo la prima volta che stringe la mano ad una centenaria, infatti il suo paese detiene un record in fatto di longevità  Carminella è la sesta persona del paese che supera questo prestigioso traguardo, praticamente una ricorrenza all’anno per l’amministratore comunale.

Infatti, dal 2007 ad oggi, sono stati in sei i concittadini che hanno varcato la soglia del secolo di vita,  due di loro hanno abbondantemente superato i 104 anni.

Questo paesino che conta poco più di 1330 anime detiene un curioso primato, forse per coincidenza o forse per condizioni di vita ma i centenari sono proliferati negli ultimi sette anni. Adesso bisognerà aspettare un po per brindare ad un nuovo centenario, nel frattempo auguriamo a quelli che sono arrivati al prestigioso traguardo di festeggiare tanti altri compleanni e che la salute li accompagni sempre.