Canada: Fondi alle associazioni per i lavori estivi, solo se sei pro aborto e pro gay

I fondi destinati alle associazioni destinati solo ai pro aborto e LGBT

Canada soldi solo alle associazioni pro aborto
Justin Trudeau

La decisione del Governo canadese di concedere sussidi e sgravi fiscali per le associazioni no profit che offrono ai giovani la possibilità di fare stage lavorativi in estate con la clausola di dover accettare le leggi sui “Diritti riproduttivi” che includono l’aborto e i pari diritti degli omosessuali ha generato non poche polemiche in Nord America.

Il presidente del consiglio canadese Justin Trudeau non ha mai nascosto la sua intenzione di combattere le associazioni pro vita per far riconoscere in via definitiva i diritti delle donne nel campo della natalità. Un altro dei punti cardine rappresenta il diritto di tutti i cittadini, qualsiasi sia la loro razza ed il loro orientamento sessuale, di non venire discriminati in ambito lavorativo e sociale: “Il punto cardine del mio mandato è il rispetto dei diritti umani in Canada… questo include i diritti riproduttivi ed il diritto di essere liberi da discriminazioni sulla base di sesso, religione, razza, origini nazionali o etniche, colore, disabilità fisica o mentale, orientamento sessuale o espressione di identità transgender”. Il nuovo progetto di finanziamento, dunque, è in linea con il programma elettorale che prevede la diffusione capillare di quelli che per il premier sono gli ideali base della nazione nord americana.

La decisione non è ovviamente piaciuta alle associazioni prolife ed alle comunità religiose di ogni tipo che hanno visto nell’esclusione ai finanziamenti una scelta totalitaria: “La costrizione delle persone ad adottare certe convinzioni per ottenere benefici rappresenta una violazione dei loro diritti di coscienza, diritti religiosi, diritti di espressione e diritto all’uguaglianza ai sensi della Carta costituzionale”, ha affermato l’avvocato Carol Crosson a ‘Lifesite News‘. Il discusso progetto di lavoro estivo si chiamerà ‘Canada Summer Job‘ e prevede lo stanziamento di fondi da parte del governo per quelle associazioni che assumeranno giovani dai 15 ai 30 anni. La condizione per accedere ai fondi però è che le associazioni firmino un’auto certificazione in cui asseriscano di essere a favore dei diritti umani difesi dal Canada ovvero, come già detto sopra, i diritti riproduttivi e i diritti di non discriminazione.

Luca Scapatello