Brevi spunti sulla prima lettura de giorno

Pillola del giorno lunedì 7-08-17

Nu 14,14-15
Non posso io da solo portare il peso di tutto questo popolo; è troppo pesante per me. Se mi devi trattare così, fammi morire piuttosto, fammi morire, se ho trovato grazia ai tuoi occhi; che io non veda più la mia sventura!

Mosè è segno di tenacia nella fede. Ma Mosè è mostra a Dio tutta la sua umanità, tutta la sua impotenza. Sì, quello di Mosè è un grido disperato e forse anche sconsolato, ma Mosè fa questa preghiera a Dio secondo un’autentica e profonda e indistruttibile fiducia in nell’Eterno.

Ho anch’io una simile fede? O sono forse facilmente abbattuto dalle vicende difficili o contrarie alle mi aspettative? Prendo anch’io su di me i dolori e le difficoltà degli altri, come fa Mosè? E il mio rapporto con Dio è così intimo come quello di Mosè?