Cosa ci sia dietro questo duplice omicidio non lo sappiamo, ma sicuramente non è normale che un giovane ed un suo amico uccidano i genitori di Riccardo il ragazzo di 16 anni a colpi d’ascia . QUESTO FORSE RIENTRA NEL PROGETTO DEL DEMONIO DI DISTRUGGERE LE FAMIGLIE . Come la Madonna nel lontano 1982 aveva preannunziato A MEDJUUGORJE  chiedendo preghiere, perchè le famiglie venissero protette, pregate il santo Rosario in famiglia, proteggete le vostre case e i vostri figli. Troppe tragedie familiari si consumano senza spiegazioni plausibili e valide, come diceva padre Amorth il demonio è scatenato proprio nel cercare di dividere e distruggere le famiglie che sono e restano la prima cellula della società , se la famiglia è sana anche la società è sana .

Come riporta la stampa locale, sono stati fermati il figlio sedicenne della coppia, Riccardo Vincelli e l’amico Manuel Sartori, 17 anni, di Caprile. L’adolescente, che la mattina dell’omicidio non era scuola, è crollato dopo un interrogatorio nella caserma di Comacchio, davanti ai carabinieri del Nucleo operativo lagunare e del pm Giuseppe Tittaferrante. I due giovani hanno condotto gli investigatori sul luogo in cui hanno nascosto l’arma del delitto, un ascia, e i vestiti insaguinati.

Le vittime del duplice omicidio sono una coppia proprietaria del ristorante “La Greppia” di San Giuseppe di Comacchio. Salvatore Vincelli, 59 anni, e la moglie Nunzia Di Gianni, 45, erano originari di Torino dove vive l’altro figlio di 25 anni. Da chiarire il movente del delitto: a dare l’allarme ieri era stato proprio il sedicenne, rientrato a casa dopo essere stato da un amico. La sua versione era sembrata subito contraddittoria.

La casa è stata trovata in ordine e non c’erano oggetti o soldi che mancavano. Non sono stati inoltre notati segni di scasso su porte o finestre, dunque chi ha ucciso la coppia è entrato in casa senza problemi. I due coniugi sono stati trovati in stanze diverse, lui in garage e lei in cucina, col cranio fracassato e un sacchetto di plastica in testa. La coppia però è stata uccisa nella camera da letto e i corpi sono stati poi spostati nei due diversi luoghi della casa.