Vendola propone di togliere i Crocefissi. L’isis ringrazia. VIDEO

crocifisso01201257842901

Le sinistre come al solito arrivano in ritardo. Niki Vendola ha chiesto ufficialmente il ritiro dei crocifissi perchè questa presenza così ingombrante secondo il politico di Sel offenderebbe la minoranza islamica, ma purtroppo è stato preceduto dai terroristi del Califfato Jihadista che giorni addietro hanno proclamato di essere arrivati a sud di Roma e che il loro obbiettivo resta la capitale terra di conquista per distruggere chiese e abbattere croci. L’incolumità di tutti sarebbe a rischio compresa quella del signor Vendola che ha tanto a cuore la causa islamica.

 

crocifissomatara

 

L’Occidente ormai è ammorbato (anche se  c’è una profonda e radicata tradizione cattolica) da una irrazionale volontà ormai diventata una vera e propria ossessione di togliere crocifissi da scuole, ospedali, uffici e tanti altri luoghi pubblici. Sembra aver perso ormai il la fede e con essa la ragione così vediamo maestre titubanti e presidi senza polso evitare di rappresentare il presepe per non offendere i studenti musulmani, non sapendo che colui che ha inventato lo stesso è l’unico che ha dialogato è interagito con l’Islam cioè San Francesco, in Spagna le due squadre di calcio più prestigiose come Real  Madrid e Barcellona hanno eliminato la croce dal loro stemma per non irritare la suscettibilità dei finanziatori musulmani, anche la croce rossa ha trasformato il suo stemma simbolo di solidarietà umana. Anche hostess, conduttrici televisive e persino infermiere non possono esibire medaglie e medaglioni a forma di croce in molti paesi, molti stanno pensando di modificare le proprie bandiere come del resto ha già fatto il Canada in un eccesso di laicismo che rasenta la stupidità.

Tutto questo accade mentre in Olanda, Francia,Danimarca, libia , Siria, Nigeria, Sudan, Pakistan, India e tanti altri paesi i cristiani vengono regolarmente trucidati, mutilati, e crocifissi  ad opera degli estremisti  islamici che commettono veri e propri crimini contro l’umanità senza che molti si indignino.

Ormai soprattutto in Europa ma non solo regna imperante un desiderio di laicità demenziale che ci sta spingendo a rinnegare le nostre origini e le nostre tradizioni, ma non basta che già i nostri nemici dichiarati gli Jihadisti hanno giurato di distruggere tutte le croci simboli della nostra fede e minacciano di distruggere l’intero occidente spazzando via anche tutti quei laicisti che anche a  loro come l’Isis non sopportano il simbolo della croce di Cristo. Ma che coas ci ha ridotti a questo? Vigliaccheria? Tiepidezza? Relativismo? Superficialità? Forse un insieme di tutte queste cose tutte queste cose associato al calo evidente della fede soprattutto nella vecchia e stanca  Europa come ha sottolineato Papa Francesco riportando le parole del Vangelo di Gesù: Chi si vergognerà di me e delle mie parole davanti a questa generazione adultera e peccatrice, anche il Figlio dell’uomo si vergognerà di lui, quando verrà nella gloria del Padre suo con gli angeli santi»